Tampone obbligatorio anche per i vaccinati: il protocollo concorsi del CTS Il punto è chiaro ed è bene ricordarlo: il tampone è obbligatorio anche per i vaccinati

 

Condividi

dove-fare-tampone-obbligatorio

3 min di lettura

Dove fare il tampone per partecipare a un concorso pubblico? E’ vero che bisogna fare il tampone obbligatorio anche se si vaccinati? Proviamo a fare chiarezza su quanto stabilito dal protocollo concorsi pubblici del CTS emanato lo scorso aprile. Dal 3 maggio si riapre la possibilità per le amministrazioni di far espletare le prove in presenza.

Come funzionerà per i concorsi pubblici in arrivo?

Tampone obbligatorio per vaccinati

Dal 3 maggio le prove in presenza

L’art. 10 del D.L. 44/2021 autorizza dal 3 maggio lo svolgimento in presenza delle prove dei concorsi pubblici senza prevedere un numero massimo di partecipanti.

Nel protocollo precedente invece era previsto un limite massimo di 30 persone per sessione o sede di prova.

Per approfondire: leggi anche Arriva l’estate delle prove per i concorsi pubblici bloccati

I punti principali del protocollo

Tra gli altri punti, il protocollo prevede l’obbligo di:

  1. presentarsi da soli e senza alcun tipo di bagaglio (salvo situazioni eccezionali, da documentare);
  2. non presentarsi presso la sede concorsuale se affetti da uno o più dei seguenti sintomi:
    a) temperatura superiore a 37,5°C e brividi;
    b) tosse di recente comparsa;
    c) difficoltà respiratoria;
    d) perdita improvvisa dell’olfatto (anosmia) o diminuzione dell’olfatto (iposmia), perdita del gusto (ageusia) o alterazione del gusto (disgeusia);
    e) mal di gola;
  3. non presentarsi presso la sede concorsuale se sottoposto alla misura della quarantena o isolamento domiciliare fiduciario e/o al divieto di allontanamento dalla propria dimora/abitazione come misura di prevenzione della diffusione del contagio da COVID-19;
  4. presentare all’atto dell’ingresso nell’area concorsuale di un referto relativo ad un test antigenico rapido o molecolare, effettuato mediante tampone oro/rino-faringeo presso una struttura pubblica o privata accreditata o autorizzata in data non antecedente a 48 ore dalla data di svolgimento delle prove. Tale prescrizione si applica anche ai candidati che abbiano già effettuato la vaccinazione per il COVID-19;
  5. indossare obbligatoriamente, dal momento dell’accesso all’area concorsuale sino all’uscita, i facciali filtranti FFP2 messi a disposizione dall’amministrazione organizzatrice.

In altri termini: tampone obbligatorio anche per i candidati vaccinati? La risposta è sì, anche per chi ha fatto il vaccino vige l’obbligo di tampone molecolare OPPURE antigenico per lo svolgimento delle prove. Non importa se è stata fatta la prima o entrambe le somministrazioni di vaccini.

Scarica il protocollo CTS sui concorsi pubblici

Dove fare il tampone

La normativa richiede un referto relativo ad un test antigenico rapido o molecolare, effettuato mediante tampone oro/rino-faringeo presso una struttura pubblica o privata accreditata o autorizzata. Dunque, oltre alle strutture sanitarie ASL, è possibile rivolgersi presso:

  • farmacie;
  • laboratori di analisi;
  • alcune aziende private e pubbliche in favore dei dipendenti.

Sono stati installati dalla Protezione civile anche dei gazebo al di fuori dalle stazioni, porti e aeroporti che effettuano tamponi rapidi prima di un imbarco o di un volo.

Può essere utile rivolgersi alle stazioni per capire se per un certo tipo di corsa sono previsti tamponi gratuiti per treni o bus Covid-free.

 

    Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


    Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it