Coronavirus e concorsi pubblici: come sfruttare il tempo a tuo vantaggio? L'impatto del coronavirus sui concorsi pubblici e il tempo

 

Condividi

coronavirus-tempi-concorsi-pubblici-2020

5 min di lettura

Coronavirus e concorsi pubblici: come sfruttare il tempo a tuo vantaggio? Generalmente e a prescindere dall’attuale emergenza coronavirus 2020, intercorre un certo lasso di tempo (di alcune settimane o a volte anche mesi) tra la pubblicazione del bando di concorso e lo svolgimento effettivo delle prove. E’ proprio durante questo periodo che l’amministrazione procedente si preoccupa di gestire le primissime fasi del concorso (contare le candidature, verificarne la regolarità, predisporre le prove, ecc…).

I nuovi concorsi pubblici

Tuttavia, come già noto, dopo gli ultimi provvedimenti normativi i concorsi pubblici sono stati sospesi. Anche se questa notizia è capace di infondere una certa preoccupazione generalizzata sul proseguimento dei concorsi pubblici, è molto importante sottolineare che i posti di lavoro dovranno essere comunque assegnati a del nuovo personale e ciò nonostante la crisi che sta attraversando il nostro Paese.

Ricordiamo che per i concorsi pubblici si è sempre parlato di sospensione e non di annullamento. Ciò significa che le prove per il concorso che stai preparando ci saranno sì ugualmente, ma si terranno in una data diversa rispetto a quella prefissata.

Prima di partire però… è doverosa una piccola premessa.

Ci saranno nuovi concorsi?

La risposta è sì. I più attenti avranno notato che i concorsi non sono affatto diminuiti, anzi. Sebbene l’emergenza coronavirus sia stata avviata già da qualche settimana, le ultime Gazzette Ufficiali presentano comunque un numero elevato di bandi di concorso. Ciò vale sia per i concorsi enti locali che per i concorsi presso le Amministrazioni centrali dello Stato.

Ricorda che per questo 2020 sono attesi il nuovo concorso INPS, il nuovo concorso Agenzia delle Entrate e a strettissimo giro i diversi concorsiscuola. Ciò che cambierà, almeno per i primi tempi, saranno le procedure di svolgimento delle prove.

Approfondimento: leggi anche Ecco come cambiano i concorsi pubblici per il coronavirus

Coronavirus e concorsi pubblici: cosa fare?

E’ importante riassumere in modo schematico i diversi step che i concorsisti dovrebbero rispettare per essere al passo con i tempi e con le nuove date che saranno stabilite per i concorsi pubblici.

Cosa fare per sapere quando si terrà la tua prova?

  1. Visitare costantemente il sito web dell’amministrazione che ha bandito il tuo concorso. Dovresti visitare almeno una volta a settimana la sezione relativa alle assunzioni e al personale (si trova in Amministrazione trasparente > Bandi di concorso) e verificare se sono online eventuali avvisi su quando riprenderanno le prove. Questa operazione è fondamentale: di questi rinvii non è stata data notizia – per ovvie ragioni – in Gazzetta Ufficiale per cui solo il sito web istituzionale può dirti quando si terranno le prove;
  2. In ultima istanza, contatta tramite i canali social l’amministrazione che ha bandito il tuo concorso. Potrebbero sapere in anticipo la data delle prove che ti interessano;
  3. Ricorda che le prove dei concorsi si terranno, presumibilmente, dopo il 3 aprile ossia dopo il termine di scadenza del nuovo DPCM.

Come sfruttare al meglio il fattore tempo?

Le settimane che passeranno prima di sostenere le prove del concorso che attendevi da tempo dovranno essere impiegate in modo fruttuoso e utile. Anche se, magari, speravi di sostenere le prove quanto prima “per toglierti il peso”, dovresti pensare a questo slittamento dovuto al coronavirus come ad un vantaggio in più.

Avere più tempo a disposizione per ottimizzare la tua preparazione è senz’altro un beneficio non trascurabile. Si tratta di un momento storico senza precedenti in cui, per ovvie ragioni, il Paese sembra essere entrato in stand-by per un breve periodo. E’ proprio durante questo periodo che puoi riuscire a ricavare una preparazione completa e più che adeguata alle nuove prove concorsuali che ti aspettano.

Ecco di seguito alcuni utili consigli su come impiegare il tuo tempo per lo studio:

  • butta giù un programma di studio per scandire i prossimi giorni e sapere cosa studiare per tempo.
  • per migliorare la tua preparazione in cultura generale potresti pensare di leggere più spesso il giornale, guardare tg e documentari, ripassare sui vecchi libri di scuola (superiore) e documentarti sulle tematiche di attualità;
  • per migliorare la tua preparazione in lingua inglese potresti vedere serie tv oppure film sottotitolati in inglese (esercizio molto utile per le domande in lingua straniera, soprattutto per associare i vocaboli italiani a quelli inglesi);
  • se sei a conoscenza di un concorso che sta per essere bandito e hai già una certa sicurezza sulle prove che lo compongono, inizia a studiare in anticipo per una o più materie che saranno oggetto dell’esame;
  • accertati di avere tutto l’occorrente per partecipare al concorso a cui stai pensando di partecipare (ad esempio, se serve la PEC creane una, se non hai ancora pronto il PIN INPS chiedine uno, se non hai lo SPID attivati per creare l’account e così via);
  • se intendi partecipare a più selezioni, fissa una precedenza tra concorsi;
  • esercitati il più possibile con la logica, fondamentale ormai in quasi tutti i concorsi pubblici;
  • soffermati sulle materie presenti nella stragrande maggioranza dei concorsi, come ad es. il codice dei contratti pubblici o il diritto costituzionale.

Sì allo studio di gruppo

Se sei abituato a studiare in gruppo con i tuoi amici o colleghi di lavoro, non dovresti smettere di farlo. Le modalità di studio saranno diverse, ma è molto importante preservare un’abitudine con alla base lo scambio di idee e la condivisione.

Per studiare in gruppo potresti valutare l’utilizzo dei social istantanei (come Whatsapp) per videochiamate di gruppo, canali di messaggistica istantanea (Telegram), videochiamate su Skype.

Ricorda anche che questi social consentono di inviare documenti e file di ogni genere.

 

Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it