Concorso referendario TAR 2021: pubblicato bando da 40 posti Nuovo bando di concorso Giustizia

 

Condividi

concorso-referendario-tar-2021-bando-40-posti

3 min di lettura

Pubblicato nella Gazzetta ufficiale concorsi il nuovo bando di concorso referendario TAR 2021 per l’inserimento di 40 referendari per conto della Presidenza del Consiglio dei ministri. I nuovi referendari saranno assunti come giudici amministrativi. Dopo la conferma del concorso magistratura 2021 per maggio, arriva un nuovo bando di concorso magistrato per chi volesse intraprendere la carriera e abbia già uno o più requisiti per partecipare al concorso. Vediamo quali sono le caratteristiche di questo bando di concorso referendario TAR 2021.

Requisiti concorso TAR 2021

Al concorso possono partecipare gli appartenenti alle seguenti categorie:

  • 1) i magistrati ordinari nominati a seguito di concorso per esame, che abbiano superato diciotto mesi di tirocinio conseguendo una valutazione positiva di idoneità;
  • 2) i magistrati contabili e della giustizia militare di qualifica equiparata a quelli di cui al numero 1);
  • 3) gli avvocati dello Stato e i procuratori dello Stato alla seconda classe di stipendio;
  • 4) i dipendenti dello Stato, muniti della laurea in giurisprudenza conseguita al termine di un corso universitario di durata non inferiore a quattro anni, con qualifica dirigenziale o appartenenti alle posizioni funzionali per l’accesso alle quali è richiesto il possesso del diploma di laurea, ivi compresi i militari appartenenti al ruolo ufficiali, con almeno cinque anni di anzianità di servizio maturati anche cumulativamente nelle suddette categorie;
  • 5) il personale docente di ruolo delle università nelle materie giuridiche e i ricercatori i quali abbiano maturato almeno cinque anni di servizio;
  • 6) i dipendenti delle regioni, degli enti pubblici a carattere nazionale e degli enti locali, muniti della laurea in giurisprudenza conseguita al termine di un corso universitario di durata non inferiore a quattro anni, assunti attraverso concorsi pubblici ed appartenenti alla qualifica dirigenziale o a quelle per l’accesso alle quali è richiesto il possesso della laurea, con almeno cinque anni di anzianità maturati, anche cumulativamente, nelle predette qualifiche;
  • 7) gli avvocati iscritti all’albo da otto anni;
  • 8) i consiglieri regionali, provinciali e comunali, muniti della laurea in giurisprudenza, che abbiano esercitato le funzioni per almeno cinque anni o, comunque, per un intero mandato.

Come fare domanda

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente mediante l’utilizzo del portale concorsi online della Corte dei conti. Per fare domanda ci sono ben 60 giorni a partire da oggi 19 febbraio.

Le prove del concorso

Gli esami constano di quattro prove scritte e di una prova orale. Le prove scritte consistono nello svolgimento di quattro temi (tre teorici ed uno pratico) sulle seguenti materie:

1) diritto privato;
2) diritto amministrativo;
3) scienza delle finanze e diritto finanziario;
4) diritto amministrativo (prova pratica).

 

    Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


    Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it