Perchè studiare la disciplina della documentazione amministrativa e la pubblica amministrazione digitale Materie sempre più frequenti nei bandi di concorso

 

Condividi

1 min di lettura

La disciplina in materia di documentazione amministrativa e pubblica amministrazione digitale è sempre più richiesta dai bandi di concorso per l’accesso ai pubblici uffici, accanto alle materie tradizionali (diritto costituzionale, amministrativo, dell’Unione europea, disciplina del pubblico impiego etc.).

Il motivo è intuitivo: il pubblico dipendente, nel lavoro interno all’ufficio stesso e, soprattutto, nei rapporti con l’utenza, dovrà avere perfetta dimestichezza con provvedimenti, documenti, certificati amministrativi sia cartacei sia, come oggi avviene prevalentemente in ossequio al principio della semplificazione amministrativa, formati in modalità digitale.

Ecco perché è indispensabile la conoscenza delle suddette discipline, regolamentate principalmente dal D.P.R. 445/2000, per quanto concerne la documentazione amministrativa, e dal D.Lgs. 82/2005, Codice dell’Amministrazione Digitale, per quanto riguarda, invece, i documenti informatici e la gestione degli stessi.
Ai testi normativi di base, si aggiungono le linee guida, i regolamenti e i decreti, sia nazionali che europei, che negli anni hanno disciplinato questa materia che, per sua natura, è in costante divenire.

Per venire incontro alle esigenze degli aspiranti pubblici impiegati, le Edizioni Simone, hanno dato alle stampe "Documentazione Amministrativa e P.A. digitale", un volume che, mediante la coordinata analisi dei testi di legge in materie tratta i principali aspetti della documentazione amministrativa nel contesto di una pubblica amministrazione sempre più digitale: semplificazione delle istanze e sistema delle autocertificazioni, accertamenti d’ufficio, documenti elettronici, firme digitali e dematerializzazione documentale, protocollo informatico e fascicolo elettronico, sicurezza informatica nonchè tutela della privacy alla luce del Regolamento europeo n. 679/2016 (GDPR) sul trattamento dei dati personali.

 

Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it