Concorso Vigili Urbani Comune di Napoli: bando per 96 posti Come partecipare al concorso e in che modo iniziare a prepararsi

 

Il Comune di Napoli ha pubblicato un bando di concorso per il reclutamento a tempo determinato e pieno di 96 vigili urbani, ossia agenti di polizia municipale (categoria C1). Il bando, che è stato pubblicato su una specifica sezione del sito web del Comune, dà attuazione ad alcune delibere della Giunta che aveva stanziato fondi per incrementare il personale addetto alla vigilanza del territorio. Il rapporto di lavoro, instaurato ai sensi dell’art. 36 del D.Lgs. n. 165/2001, sarà regolato da un contratto individuale a tempo determinato che si otterrà rientrando in una graduatoria formata dai punteggi delle prove e dai punteggi derivanti da una valutazione di titoli (come ad esempio il possesso di una laurea, oppure il voto del diploma). I contratti saranno stipulati fino al 31/12/2020.
 

Concorso vigili urbani 2019: requisiti

Per prendere parte alle selezioni è richiesto il diploma di scuola superiore di secondo grado, oltre naturalmente a tutti gli altri classici requisiti previsti per partecipare ad un concorso pubblico riguardanti l’obbligo di leva, la cittadinanza, l’idoneità fisica all’impiego. Le domande di partecipazione devono essere presentate entro 4 ottobre 2019 tramite il sito web portaleselezioni.comune.napoli.it dopo aver pagato la tassa di concorso pari ad € 15,00.

Il concorso si compone di prove fisiche e prova scritta. Esaminiamole di seguito.

Concorso vigili urbani 2019: prove fisiche

I candidati che avranno proposto domanda di partecipazione dovranno sostenere una prova per la verifica del possesso dell’efficienza fisica necessaria allo svolgimento dei compiti di istituto che consisterà nelle seguenti attività da eseguirsi in sequenza:

•    per i candidati di sesso maschile: a) corsa di 800 metri piani da compiersi nel tempo massimo di 4 minuti b) salto in alto di una altezza di 105 centimetri da superarsi in un massimo di tre tentativi c) 5 sollevamenti alla sbarra continuativi da compiersi nel tempo massimo di 2 minuti
•    per le candidate di sesso femminile: a) corsa di 800 metri piani da compiersi nel tempo massimo di 5 minuti b) salto in alto di una altezza di 90 centimetri da superarsi in un massimo di tre tentativi c) 2 sollevamenti alla sbarra continuativi da compiersi nel tempo massimo di 2 minuti

Concorso vigili urbani 2019: la prova scritta


La prova scritta consisterà nella soluzione di quiz a risposta multipla sugli argomenti di seguito indicati:
•    nozioni di diritto costituzionale e degli Enti Locali:
•    normativa sulla Polizia Locale: Legge n. 65 del 7 marzo 1986 “legge quadro sull’ordinamento
•    della Polizia Municipale”
•    nozioni di diritto penale con particolare riferimento ai delitti dei pubblici ufficiali contro la
•    pubblica amministrazione.
•    nozioni di procedura penale con particolare riferimento all’attività di polizia giudiziaria
•    il sistema sanzionatorio delle violazioni amministrative: Legge n.689 del 24 novembre 1981 “
•    Modifiche al sistema penale”
•    Codice della strada (D.Lgs. 285/1992)
•    Regolamento di Polizia Municipale del Comune di Napoli
•    nozioni di lingua inglese.
•    conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.

 

Ricevi tutti gli aggiornamenti su questo articolo


Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it