Concorsi pubblici: in cosa consistono i test Big Five? Info utili per i nuovi concorsi 2020 nella Pubblica Amministrazione

 

Condividi

test-big-five-concorsi-pubblici-2020

2 min di lettura

Concorsi pubblici: in cosa consistono i test Big Five? In alcuni recenti concorsi abbiamo assistito alla introduzione di un nuovo metodo di valutazione dei candidati: la somministrazione del test Big Five. Il questionario del Big Five (BFQ) si rifà all’omonima teoria sullo studio della personalità. I massimi esponenti della «teoria dei Big Five» sono gli psichiatri americani Paul T. Costa, Robert R. McCrae e Thomas A. Widiger.

Il test del big five

Questi studiosi postulano cinque grandi dimensioni lineari (Big Five) di personalità: l’energia; l’amicalità; la coscienziosità; la stabilità emotiva e l’apertura mentale.

Le caratteristiche di questi macro-elementi della personalità sono così sintetizzabili:

  1. Al fattore energia è possibile ricondurre caratteristiche come l’attività, la ricerca di stimoli e sensazioni, la predilezione per la compagnia di altre persone, la socievolezza, l’ottimismo, l’energia. Tale dimensione si articola in dinamismo e dominanza.
  2. Il fattore amicalità è legato a caratteristiche come fiducia nell’altro, altruismo, schiettezza, scarsa aggressività, gentilezza, cordialità, ottimismo. Tale fattore si articola in cooperatività e cordialità.
  3. Il fattore coscienziosità è legato a caratteristiche come il senso del dovere, l’autodisciplina, la puntualità, l’affidabilità, l’ordine, la precisione, la perseveranza, la scrupolosità, la ponderatezza. Le sue dimensioni sono scrupolosità e perseveranza.
  4. Il fattore stabilità emotiva è legato a caratteristiche come stabilità, sicurezza, calma, tranquillità. Si articola in controllo dell’emozione e controllo degli impulsi.
  5. Il quinto fattore è stato indicato come apertura mentale per indicare creatività, originalità, curiosità intellettuale, fantasia. Si articola in apertura alla cultura e apertura all’esperienza.

Il successo e l’attendibilità della teoria dei Big Five ne hanno determinato l’utilizzo anche ai fini della valutazione della personalità nei contesti lavorativi e di selezione del personale e recentemente, come abbiamo visto, nel nostro Paese, anche nei concorsi pubblici.

La validità dello strumento di misura basato su questa teoria è confermata dal fatto che esso è una sintesi di vari strumenti di misura. Si tratta, inoltre, di uno strumento facile da applicare anche al di fuori dell’ambito di ricerca teorica, per la semplicità concettuale nell’elaborazione delle cinque dimensioni lineari.

Com’è strutturato il test

La valutazione della personalità attraverso il modello dei Big Five può avvenire mediante la compilazione da parte del soggetto di un questionario, oppure mediante la valutazione della condotta in un contesto di simulazione.

Il test si compone di diversi item, ciascuno con cinque opzioni di risposta:

  1. Assolutamente vero per me
  2. Abbastanza vero per me
  3. Né vero né falso per me
  4. Abbastanza falso per me
  5. Assolutamente falso per me

Per la compilazione del questionario è previsto un tempo che varia tra i 20 e i 40 minuti.

 

Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it