Centri impiego Sicilia: sbloccato il bando da 1100 posti. Previsti titoli, prova scritta e orale Le novità dell'ultima riunione della Giunta regionale

 

Condividi

concorso-regione-sicilia-2021-centri-impiego

3 min di lettura

Centri impiego Sicilia: sbloccato il bando da 1100 posti. Previsti titoli, prova scritta e orale. Come riportato anche dal Giornale di Sicilia in un nuovo articolo, la Giunta Regionale della Regione Siciliana ha appena approvato lo sblocco del concorso da 1100 posti nei Centri per l’impiego.  A Palazzo d’Orléans, dopo la pausa estiva, si riprende con il piano assunzioni 2022 e si parla appunto di nuovi concorsi. La riunione della Giunta, che contava più di 30 punti all’ordine del giorno, ha analizzato nel dettaglio anche il programma assunzionale che la Regione si promette di portare a termine nel più breve tempo possibile. Le nuove assunzioni in Sicilia, dunque, non dovrebbero tardare ad arrivare.

Se sei interessato al concorso Centri impiego Regione Sicilia clicca qui: riceverai email dedicate.

Centri impiego Sicilia: i posti a concorso

Circa 1100 saranno i posti disponibili da ricoprire con il nuovo bando. Di questi 1100 posti, quasi la metà (600) sarà dedicata a profili ad elevata specializzazione; la restante parte, invece, sarà invece ricoperta da profili professionali più generici.

Unisciti alla community Concorsando/Simone sul gruppo Facebook dedicato a questo concorso!

Chi può partecipare al concorso in Sicilia

Il bando di concorso Regione Sicilia sarà aperto a diplomati e laureati. La fascia di posti aperta alle alte specializzazioni, di cui abbiamo parlato e che sarà probabilmente aperta ai soli laureati, richiederà anche titoli ulteriori oltre alla laurea magistrale.

Si ricorda che essendo questo un articolo di anteprima (e non relativo all’uscita di un bando di concorso), non è ancora possibile fare domanda di partecipazione. Se vuoi ricevere un’email quando sarà possibile fare domanda, clicca qui.

Centri impiego Sicilia: cosa prevede il bando

Il bando prevedrà due distinte procedure. In particolare:

  • per i profili a elevata specializzazione si procederà con una valutazione titoli e una prova orale;
  • per i profili generici, invece, si procederà con una prova scritta e una prova orale.

Questa impostazione concorsuale, fa sapere la regione, deriva dall’applicazione dell’art. 10 D.L. 44/2021 voluto in particolare dal Ministro Renato Brunetta.

I profili ad elevata specializzazione saranno destinati probabilmente a chi ha già esperienza nel settore delle risorse umane o chi ha dalla sua titoli professionali e di studio attinenti (come master di I e II livello e dottorati). Non è ancora certo, invece, se i profili generici comprendano solo posti per diplomati o anche per laureati.

Chi gestirà il concorso

L’Assessorato ha fatto sapere di essere già alla ricerca del partner che si occuperà della gestione del concorso pubblico in Sicilia. L’incarico di ricerca del partner sarà affidato a Consip s.p.a. Tra le alternative possibili NON rientra Formez PA che, al momento, sembra essere stata bandita dalla Regione Sicilia per volontà del Presidente della Regione Musumeci.

L’amministrazione regionale ha promesso tempi brevi.

Prima il bando da 300 posti

Il primo bando da pubblicare è quello relativo alle 300 assunzioni a tempo determinato che sarà reso noto, presumibilmente, entro la fine di settembre. La Regione fa sapere che i contratti a termine di tre anni (36 mesi) saranno utili a rinforzare l’amministrazione centrale e locale.

Per approfondire: leggi anche Prossimi concorsi Regione Sicilia: bando a settembre per 300 laureati a termine.

Come rimanere aggiornato sui concorsi in Sicilia

Se sei interessato al concorso Centri impiego Regione Sicilia clicca qui: riceverai email dedicate.

 

    Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


    Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it