Tfa sostegno 2021: l’importanza dei quiz ufficiali nella preselettiva Qualche consiglio utile sul nuovo bando Tfa

 

Condividi

tfa-sostegno-2021-bando

3 min di lettura

E’ sempre più vicino il bando tfa sostegno 2021 che consentirà di avviare il VI ciclo di specializzazione su sostegno. Dal momento che continuano ad arrivarci molte domande su come diventare insegnante di sostegno e su come prepararsi alla preselettiva per il tfa, proviamo a fare il punto della situazione con un articolo che potrà essere utile a molti. Il decreto che anticipa il nuovo ciclo tfa sarà pubblicato sul sito del Miur e in Gazzetta ufficiale.

Come diventare insegnante di sostegno

Per approfondire: leggi Come diventare insegnante di sostegno Requisiti, abilitazione e TFA

Tfa sostegno 2021: la prova preselettiva

Il test preliminare é predisposto da ciascuna Università e si compone di 60 quesiti così suddivisi:

  • 20 quesiti servono a verificare sia le competenze linguistiche e il livello di comprensione di testi in lingua italiana dei candidati;
  • 40 quesiti sono predisposti per verificare le competenze socio-psico-pedagogiche e sono differenziate per infanzia, primaria, secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado.

La durata del test è di 2 ore.

Cosa studiare per il tfa sostegno 2021

Le prove riguarderanno le seguenti competenze:

  • linguistiche e comprensione del testo;
  • socio-psico-pedagogiche diversificate per grado di scuola;
  • su intelligenza emotiva, riferite ai seguenti aspetti: riconoscimento e comprensione di emozioni, stati d’animo e sentimenti nell’alunno; aiuto all’alunno per un’espressione e regolazione adeguata dei principali stati affettivi; capacità di autoanalisi delle proprie dimensioni emotive nella relazione educativa e didattica;
  • su creatività e su pensiero divergente, riferite cioè al saper generare strategie innovative ed originali tanto in ambito verbale linguistico e logico matematico quanto attraverso i linguaggi visivo, motorio e non verbale;
  • organizzative in riferimento all’organizzazione scolastica e agli aspetti giuridici concernenti l’autonomia scolastica: il Piano dell’Offerta Formativa, l’autonomia didattica, l’autonomia organizzativa, l’autonomia di ricerca e di sperimentazione e sviluppo, le reti di scuole; le modalità di autoanalisi e le proposte di auto-miglioramento di Istituto; la documentazione; gli Organi collegiali: compiti e ruolo del Consiglio di Istituto, del Collegio Docenti e del Consiglio di Classe o Team docenti, del Consiglio di Interclasse; forme di collaborazione interistituzionale, di attivazione delle risorse del territorio, di informazione e coinvolgimento delle famiglie. Compito e ruolo delle famiglie.

Tfa VI ciclo: come prepararsi alla prova preselettiva

Oltre allo studio teorico delle materie già viste nel paragrafo precedente, è di fondamentale importanza esercitarsi con batterie di quiz ufficiali e non per ricoprire quanti più argomenti possibili.

Lo studio pratico, ossia affiancato ai quiz, consente di raggiungere più obiettivi contemporaneamente:

  • migliora la preparazione;
  • simula una reale prova preselettiva;
  • focalizza l’attenzione di chi studia sulle domande più frequenti.

E’ risaputo che per i test tfa le Università si organizzano in autonomia: ciascun Ateneo predispone i propri quiz. Ciò significa anche che molto spesso i quiz sono assai frequenti tra le diverse batterie ufficiali proprio perché vengono utilizzati dalle Università di anno in anno.

La novità

Tra le diverse novità editoriali rientra anche un nuovo manuale dedicato allo studio e alla preparazione per la preselettiva tfa. Per agevolare lo studio e l’analisi delle diverse tipologie di quiz, abbiamo ideato un nuovo prodotto editoriale che raccoglie centinaia di quiz ufficiali commentati già pubblicati nelle prove dei precedenti cicli.

Oltre ad esserci schede di sintesi su tutti gli argomenti del programma, sono poi inserite online raccolte delle prove delle principali Università: ciò sarà utile per prendere dimestichezza con il tipo di prova da affrontare.

Il libro presenta non solo i quiz più frequenti, ma anche quiz meno frequenti, lasciando comunque spazio all’approfondimento individuale sia teorico che pratico.

 

    Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


    Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it