Approvato il nuovo decreto scuola: cosa c’è di nuovo per concorsi e graduatorie Ecco il nuovo decreto scuola che parla di concorsi, TFA, supplenze e mobilità

 

Condividi

concorsi decreto scuola

2 min di lettura

Approvato il nuovo decreto scuola: ecco cosa c’è di nuovo. Era atteso ormai da qualche giorno il nuovo decreto scuola preparato dal Ministro Lucia Azzolina e dal suo team di collaboratori. Tra le polemiche relative all’emergenza legata al Covid-19 e all’attesa che accompagna il nuovo concorso scuola 2020, il decreto irrompe con una serie di misure che toccano diversi punti salienti che sono all’ordine del giorno nell’opinione pubblica. Qualche esempio? La sorte degli esami di Stato 2020 e la pubblicazione in Gazzetta ufficiale dei nuovi bandi per il concorso docenti 2020: come saranno disciplinati i concorsi nel decreto scuola? Il Consiglio dei ministri approva il nuovo decreto scuola. Riportiamo le misure principali.

Concorsi nel decreto scuola

A decorrere dal giorno successivo all’entrata in vigore del presente decreto e fino al perdurare della vigenza dello stato di emergenza deliberato dal Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020, il Consiglio superiore della pubblica istruzione-CSPI rende il proprio parere nel termine di 7 giorni dalla richiesta da parte del Ministro dell’istruzione. Decorso il termine di sette giorni, si può prescindere dal parere.

Dunque, a differenza dello scenario della settimana scorsa, comunque si richiederà il parere del Consiglio che però dovrà esprimersi in soli 7 giorni.

Nella relazione illustrativa si afferma infatti che il termine di 45 giorni previsto dalla legge per rendere il parere non può applicarsi in questo caso vista la situazione di emergenza. Ciò vale anche per il ristretto termine di 15 giorni.

Graduatorie scuola 2020

Il decreto conferma la validità delle graduatorie attualmente vigenti e dispone lo slittamento di un anno per la formazione di nuove graduatorie nonché l’apertura di graduatorie previste dalla legge.

Esami di Stato: tutti ammessi

Per l’ammissione agli esami di Stato e limitatamente al solo anno scolastico 2019/2020, si prescinderà da tutti i requisiti di valutazione e gli studenti saranno tutti ammessi a sostenere l’esame. Tuttavia, si terrà conto del progresso di ognuno per la valutazione effettiva degli stessi.

No ai viaggi d’istruzione

la sospensione dei viaggi di istruzione per tutto l’anno scolastico 2019/2020 nonché delle iniziative di scambio o gemellaggio, visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.

 

Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it