Concorso INPS 2020: Tridico conferma che il bando è in arrivo Quasi duemila le nuove assunzioni

 
bando-concorso-inps-2020

Concorso INPS 2020: Tridico conferma che il bando è in arrivo. Durante la scorsa settimana, in un evento tenutosi a Napoli, il presidente INPS Pasquale Tridico ha confermato che il nuovo concorso INPS 2020 è finalmente dietro l’angolo.

In occasione del convegno delle Acli di Napoli, il presidente dell’ente previdenziale – oltre a fornire un quadro statistico delle misure economiche erogate dall’INPS – ha accennato alle nuove assunzioni. Tuttavia, prima di vedere il nuovo bando di concorso INPS in Gazzetta ufficiale e dare il via alle nuove assunzioni 2020 sono però necessarie ancora alcune settimane.

La notizia del concorso INPS 2020 aveva già preso piede a partire da luglio scorso quando, durante una conferenza, Tridico aveva annunciato il nuovo piano assunzioni. Inizialmente previsto per il mese di novembre e poi slittato, il nuovo concorso pubblico dell’INPS sembra ora concretizzarsi. Vediamo le dichiarazioni del rappresentante legale dell’INPS.

 

Concorso INPS 2020: bando in arrivo

Circa 3500 operatori sono stati già assunti a luglio presso gli uffici Inps, mentre 2000 verranno assunti prossimamente grazie al concorso che sarà bandito tra poche settimane“. Stando alle dichiarazioni di Tridico, dunque, il bando di concorso INPS vedrà la luce a breve e per un numero consistente di posti. Si tratterebbe, nello specifico, di 1869 nuovi inserimenti che potrebbero essere anche ampliati con la nuova legge di bilancio per il 2020. Infatti, continua il presidente, “nell’attuale Legge di bilancio ci sono ulteriori sblocchi per un numero importante di assunzioni nel pubblico impiego“. Le nuove assunzioni si rendono necessarie anche per l’elevato numero di pensionamenti registratosi dopo l’avvio della misura Quota 100.

Saranno previste anche nuove assunzioni per avvocati e medici legali.

 

Concorso INPS 2020: profili per laureati

E’ difficile ipotizzare l’apertura del nuovo concorso INPS ai diplomati. Dal momento che il presidente ha fornito nuove indicazioni relative alle nuove ed ultime forme di assistenza sociale (come Reddito di cittadinanza, cd. bonus bebè ed altre ancora), non è escluso che i nuovi concorsi INPS (forse più di un bando?) possano indirizzarsi verso consulenti sociali e per la protezione.

Un cenno particolare alla nuova digitalizzazione, intervenuta per “svecchiare” l’organizzazione amministrativa previdenziale e che, probabilmente, si rifletterà anche nelle nuove posizioni che saranno ricercate dall’INPS per il prossimo concorso.

 

Come iniziare a prepararsi?

Dal momento che si prevede un elevato numero di candidati, siamo più che certi che avrà luogo una prova preselettiva che testerà – tra l’altro – le capacità logiche (come accaduto anche in altri concorsi INPS precedenti). Per cui una buona idea potrebbe essere quella di incominciare ad afferrare le tecniche di risoluzione dei quesiti a carattere psicoattitudinale e di logica. Inoltre, si dovrebbe iniziare a ripassare anche l’inglese unitamente alle competenze informatiche, dal momento che – ad ogni preselettiva INPS – sono presenti entrambe le materie.

Scopri i nostri volumi per iniziare a prepararti sulle capacità logiche, sull’inglese e sulle competenze informatiche

 

E per le altre materie tecniche?

E’ altamente probabile (se non certo) che il diritto del lavoro, amministrativo e costituzionale, siano presenti nel nuovo bando di concorso, così come pure la legislazione sociale e l’economia del lavoro.

 

 

 

 

Ricevi tutti gli aggiornamenti su questo articolo


Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it