Concorso Agenzia delle entrate 2022: 4000 posti entro l’anno Bando da 4144 posti in arrivo all'Agenzia delle entrate

 

Condividi

concorso-agenzia-entrate-2022-4144-posti

3 min di lettura

Concorso Agenzia delle entrate 2022: oltre 4000 posti entro la fine dell’anno. É in previsione un nuovo bando per oltre 4000 funzionari tributari. É il PIAO (Piano integrato di attività e organizzazione) dell’Agenzia delle entrate a prevederlo. Come più volte accennato anche dai vertici dell’Agenzia, lo stato attuale in cui versa l’ente è contrassegnato da molti vuoti d’organico dovuti all’elevato numero di pensionamenti che si sono avuti negli ultimi anni. Ed è proprio per questo che è stato previsto un maxi bando da 4.144 funzionari tributari che saranno chiamati a lavorare per l’agenzia fiscale. Questo non è l’unico bando al momento previsto, essendocene in programma anche di specifici per laureati e diplomati a indirizzo tecnico: seguiranno articoli speciali dedicati. Tutti gli aggiornamenti saranno pubblicati anche sul portale Agenzia delle entrate concorsi e selezioni.

A fine articolo puoi trovare anche un utile simulatore gratuito per iniziare a fare le tue simulazioni di logica.

Per il manuale Simone dedicato al Concorso Agenzia delle entrate – Funzionari tributari, clicca qui!

Concorso Agenzia delle entrate 2022: oltre 4000 posti

Il PIAO dell’Agenzia prevede oltre 4000 posti da funzionari tributari. Nello specifico, si tratta di 4.144 unità di III area la cui procedura sarà avviata nel 2022 e, dunque, entro la fine dell’anno. É poi presumibile che le prove si svolgano a inizio 2023. Nel Piano è specificato che l’Agenzia si riserva la facoltà di espletare più concorsi distanziati nel tempo, mantenendo comunque invariato il totale di n. 4144 unità, in considerazione di possibili problemi organizzativi a espletare un’unica procedura concorsuale a fronte di un numero così elevato di posti, al fine di garantire una migliore selezione dei candidati.

Inoltre, a queste figure si aggiunge una procedura per il reclutamento di n. 50 unità da destinare alle relative attività antifrode di selezione, analisi e controllo dei fenomeni illeciti che potrà essere accorpata al concorso di cui stiamo parlando.

Chi può partecipare

Ammesso al concorso saranno le lauree di tipo giuridico-economico. In particolare, se il bando sarà come il precedente, potranno partecipare i candidati con:

  • a) laurea triennale (L) nelle seguenti classi di laurea o titolo equiparato: Scienze dei servizi giuridici (L-14); Scienze dell’Amministrazione e dell’Organizzazione (L-16); Scienze politiche e delle relazioni internazionali (L-36); Scienze economiche (L-33) Scienze dell’Economia e della gestione aziendale (L18); oppure
  • b) diploma di laurea in giurisprudenza, scienze politiche, economia e commercio, conseguito secondo l’ordinamento di studi previgente al D.M. n. 509/99 o titolo equipollente per legge; oppure
  • c) laurea specialistica o magistrale equiparata ai suddetti diplomi di laurea secondo quanto stabilito dal Decreto interministeriale del 9 luglio 2009.

Clicca qui per unirti al gruppo Concorsando/Simone per funzionari amministrativi-tributari

Cosa studiare per il concorso

Le materie d’esame saranno sicuramente le seguenti:

  • a) diritto tributario;
  • b) diritto civile e commerciale;
  • c) diritto amministrativo;
  • d) contabilità aziendale;
  • e) organizzazione e gestione aziendale;
  • f) scienza delle finanze;
  • g) elementi di statistica.

Siccome le prove d’esame potranno essere incentrate anche su quesiti di carattere oggettivo-attitudinale, non si esclude che ci possa essere anche una prova di logica che precederà la prova specialistica vera e propria.

Vuoi iniziare ad esercitarti? Clicca qui e fai un test con il nostro simulatore gratuito!

 

    Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


    Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it