Concorso Città metropolitana di Genova: 32 posti per laureati Bandi in Gazzetta Ufficiale, domande entro il 4 novembre

 

Con la Gazzetta Ufficiale n. 79 del 4 ottobre il Comune di Genova ha pubblicato diversi bandi di concorso per assumere 32 nuove figure professionali da inserire nell’amministrazione locale. I posti sono a tempo pieno e indeterminato e in categoria D con posizione economica D1. Il sito della Città metropolitana ha allestito una sezione in cui sono raggruppati i diversi bandi e le modalità per presentare la domanda di partecipazione.

 

 

 

Nel dettaglio, i posti sono così suddivisi:

  • otto posti, profilo professionale di funzionario – Area amministrazione con competenze giuridiche;

  • quattro posti, profilo professionale di funzionario – Area amministrazione con competenze tecnico economiche;

  • due posti, profilo professionale di funzionario – Area amministrazione con competenze socioeconomiche;

  • tre posti, profilo professionale di funzionario – Area tecnica con competenze tecnico gestionali;

  • un posto, profilo professionale di funzionario – Area tecnica con competenze ambiente e territorio;

  • undici posti, profilo professionale di funzionario – Area tecnica per servizi di ingegneria e architettura;

  • due posti, profilo professionale di funzionario – Area informatica con competenze nei servizi informativi;

  • un posto, profilo professionale di funzionario – Area informatica con competenze nella gestione reti.

 

Per ciascuno di questi profili sarà possibile presentare la domanda di partecipazione fino alle ore 17:00 del 4 novembre.

 

Concorsi Comune di Genova: requisiti

Per partecipare ai concorsi indetti dalla Città metropolitana di Genova, è necessario essere in possesso del titolo di laurea richiesto dal bando specifico. Ad esempio, per partecipare al bando da otto posti di funzionario con competenze giuridiche è necessario il titolo di laurea magistrale in giurisprudenza (LMG-01) oppure i titoli di laurea LM-56 Scienze dell’economia o LM-77 Scienze economico-aziendali per partecipare al profilo con competenze tecnico economiche.

Inoltre, per partecipare è richiesto il pagamento di una tassa di concorso di 10,00 euro da corrispondere secondo le modalità indicate dai bandi di concorso.

 

Concorsi Comune di Genova: cosa studiare

Nel caso in cui il numero di domande pervenute all’amministrazione dovesse essere superiore rispetto all’ammontare indicato in ciascun bando di concorso, si procederà con una prova preselettiva con materie comuni a tutti i profili. In particolare, la preselezione verterà:

  • ordinamento degli enti locali;
  • nozioni di diritto amministrativo;
  • principi di contabilità pubblica;
  • nozioni di pubblico impiego;
  • nozioni in materia di contratti pubblici (lavori, servizi, forniture)

 

Gli esami, per tutti i concorsi, consisteranno in due prove scritte e una prova orale. Il programma è differente a seconda delle diverse figure professionali. Ad esempio, per il profilo da funzionario a competenze giuridiche occorrerà avere riguardo alle competenze richieste dalla posizione ricercata. Quindi una solida conoscenza del diritto amministrativo e civile e della disciplina dei contratti pubblici per acquisire poi le conoscenze specialistiche relative alle competenze della struttura di assegnazione. Si richiede inoltre una base di conoscenze trasversali nelle materie che regolano l’attività amministrativa (ordinamento degli enti locali, contabilità pubblica, disciplina del pubblico impiego).

Nel corso della prova orale verrà altresì accertata:

  • la conoscenza della lingua inglese;

  • la conoscenza dei pacchetti di office automation (in ambiente Microsoft o su piattaforma open source

 

Ricevi tutti gli aggiornamenti su questo articolo


Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it