Concorso 1052 Assistenti Vigilanza – Ministero per i Beni e le Attività Culturali – RIPAM

 

Condividi

Stato del Concorso In attesa di pubblicazione del diario

Area geografica Nazionale

Provincia

Gazzetta Ufficiale del 09/08/2019 n. 63

Termine di presentazione della domanda 23/09/2019

Date e sedi di esame

“In ottemperanza al DPCM 1 marzo 2020, in relazione al contenimento da contagio del virus COVID 19, considerati i risultati dell’analisi dei dati sulle zone di residenza e di domicilio dei 7.863 candidati attesi il 19 marzo per le prove scritte del concorso per il reclutamento di 1.052 unità di personale non dirigenziale a tempo indeterminato, da inquadrare nella II Area, posizione economica F2, profilo professionale di assistente alla fruizione, accoglienza e vigilanza del MIBACT, in accordo con Formez PA le prove scritte sono rimandate al 24 aprile 2020”.

Numero di posti a concorso

POSTI RIPARTITI PER REGIONE
– ABRUZZO: posti 30
– BASILICATA: posti 18
– CALABRIA: posti 64
– CAMPANIA: posti 200
– EMILIA ROMAGNA: posti 51
– FRIULI VENEZIA GIULIA: posti 7
– LAZIO: posti 198
– LIGURIA: posti 48
– LOMBARDIA: posti 77
– MARCHE: posti 15
– MOLISE: posti 14
– PIEMONTE: posti 57
– PUGLIA: posti 36
– SARDEGNA: posti 14
– SICILIA: posti 2
– TOSCANA: posti 155
– UMBRIA: posti 20
– VENETO: posti 46

Bando di concorso

Prove

Prova preselettiva
La prova preselettiva consiste in un test, da risolvere in 60 (sessanta) minuti, composto da n.60 (sessanta) quesiti a risposta multipla, di cui n.40 (quaranta) attitudinali per la verifica della capacità logico-deduttiva, di ragionamento logico-matematico, di carattere critico verbale, nonché n. 20 (venti) per la verifica del grado di conoscenza di elementi generali di diritto del patrimonio culturale (Codice dei beni culturali e del paesaggio), patrimonio culturale italiano e normativa sulla sicurezza dei luoghi di lavoro.
Non è prevista la pubblicazione della banca dati dei quesiti.
A ciascuna risposta sarà attribuito il seguente punteggio:
– Risposta esatta: +1 punto;
– Mancata risposta o risposta per la quale siano state marcate due o più opzioni: 0 punti;
– Risposta errata: – 0,33 punti.
La prova preselettiva sarà superata da un numero di candidati pari a 5 (cinque) volte il numero dei posti messi a concorso. Tale numero potrà essere superiore in caso di candidati collocatisi ex-aequo all’ultimo posto utile in ordine di graduatoria.

per la prova preselettiva

Prova scritta
La fase si articola in una prova selettiva scritta, finalizzata alla verifica della conoscenza delle materie indicate di seguito e consiste in un’unica prova composta da quesiti a risposta multipla.
La prova verterà sulle seguenti materie:
– elementi di diritto del patrimonio culturale (Codice dei beni culturali e del paesaggio);
– nozioni generali sul patrimonio culturale italiano;
– elementi di organizzazione, ordinamento e competenze del Ministero per i beni e le attività culturali;
– elementi di diritto amministrativo;
– normativa in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;
– disciplina del rapporto di lavoro alle dipendenze della pubblica amministrazione.
Nell’ambito della medesima prova scritta si procederà all’accertamento della conoscenza della lingua inglese, delle tecnologie informatiche e della comunicazione e del Codice dell’amministrazione digitale.

Prova orale
La prova selettiva orale, consistente in un colloquio interdisciplinare volto ad accertare la preparazione e la capacità professionale dei candidati sulle materie della prova scritta, dovrà essere sostenuta da coloro che avranno superato la prova scritta.

per la prova scritta e orale

 

Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it