Tfa sostegno 2022: parte il nuovo ciclo. Le Università comunicano i posti disponibili Parte formalmente il VII ciclo del Tfa Sostegno 2022

 

Condividi

tfa-sostegno-nuovo-bando-2022

2 min di lettura

Tfa sostegno 2022: parte il nuovo ciclo. Le Università comunicano i posti disponibili. Con una Nota ministeriale il Ministero dell’istruzione ha richiesto formalmente alle Università di comunicare la disponibilità dei posti da adibire alle specializzazioni sul sostegno per l’anno 2022. Per l’inserimento delle proposte di attivazione, la Banca Dati informatica in cui inserire i numeri utili sarà aperta – per le Università – dal 20 dicembre 2021 al 24 gennaio 2022. Cosa si sa del nuovo bando Tfa sostegno?

Si ricorda che il Ministero dell’economia e finanze, con nota prot. n. 5882 del 15 giugno 2021, ha autorizzato un numero complessivo di 90.000 posti per la specializzazione su sostegno.

Requisiti per il Tfa Sostegno 2022

Per accedere alle selezioni TFA della scuola secondaria è necessario uno tra i seguenti requisiti:

  • abilitazione per la classe di concorso;
  • laurea magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente ed equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso con i 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.

Per gli ITP si potrà accedere con il diploma. Non saranno richiesti i 24 CFU.

Per la scuola dell’infanzia e primaria si richiede uno tra:

  1. titolo di abilitazione all’insegnamento conseguito presso i corsi di laurea in scienze della formazione primaria o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente; oppure
  2. diploma magistrale, compreso il diploma sperimentale a indirizzo psicopedagogico con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/2002.

La prova preselettiva: ecco cosa prevede

Il test preliminare é predisposto da ciascuna Università e si compone di 60 quesiti così suddivisi:

  • 20 quesiti servono a verificare sia le competenze linguistiche e il livello di comprensione di testi in lingua italiana dei candidati;
  • 40 quesiti sono predisposti per verificare le competenze socio-psico-pedagogiche e sono differenziate per infanzia, primaria, secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado.

Scarica la nota del Ministero

Come iniziare a prepararsi al Tfa Sostegno 2022

 

    Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


    Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it