Quanto costa partecipare ad un concorso pubblico? Una breve sintesi di tutti i costi da affrontare

 

Condividi

quanto-costa-partecipare-concorso-pubblico

5 min di lettura

Quanto costa partecipare ad un concorso pubblico? E’ una domanda molto frequente in cui ci imbattiamo spesso… quanto costa realmente partecipare ad un concorso? Ogni situazione è diversa, ma ci sono alcuni consigli utili che in questi casi possono fare comodo. Nuovi concorsi ai tempi del Covid-19….cosa c’è da sapere?

Tassa di concorso? Costi di spostamento e di viaggio? Cosa occorre sapere prima di candidarsi? Proviamo a rispondere a queste e altre domande sui concorsi pubblici 2020.

SPID e identità digitale

Come requisito sempre più indispensabile per partecipare a un concorso pubblico si richiede l’utilizzo del proprio profilo di identità digitale, SPID. Del sistema SPID, di cui abbiamo già parlato in un articolo specifico, ci sono più varianti e forse non tutti sanno che è possibile ottenere un account anche gratuitamente.

Sulla pagina dedicata del sito istituzionale sono presenti tutti i provider che offrono il servizio di identificazione digitale (ossia che permettono di creare l’account SPID). Alcuni di essi offrono l’attivazione a pagamento, altri invece in modo del tutto gratuito.

Ad esempio Poste Italiane permette l’identificazione gratuita presso gli uffici postali ma anche a pagamento tramite servizio a domicilio. Se infatti non vuoi recarti all’ufficio postale, durante la registrazione su posteid.poste.it puoi richiedere il servizio di identificazione a domicilio che sarà effettuato da un portalettere al prezzo di 14,50 euro IVA inclusa.

Serve una PEC

La tendenza degli ultimi concorsi pubblici è quella di richiedere l’accesso alla piattaforma digitale tramite una PEC, una casella di posta elettronica certificata. Le PEC, anche se prevedono spesso un costo molto contenuto, si attivano sottoscrivendo un abbonamento online ad importo variabile (alcuni provider permettono l’attivazione dell’account dietro pagamento di pochi euro/anno).

La tassa di concorso

Una delle principali voci di spesa legate alla partecipazione ad un concorso. Sebbene l’importo della tassa di partecipazione non sia particolarmente elevato (dai 10 ai 15 euro, a discrezione dell’amministrazione che procede), potrebbe tuttavia diventare un problema nel caso in cui si decidesse di partecipare a più concorsi contemporaneamente.

Le modalità di pagamento della tassa di concorso variano anche se, generalmente, è sufficiente il pagamento online tramite bonifico bancario oppure con la stampa di un bollettino precompilato da pagare in posta o in ricevitorie convenzionate.

Gli strumenti per la preparazione

Che sia un compendio o un manuale ad hoc per il tuo concorso, dovresti assolutamente valutare anche l’acquisto di un libro che possa aiutarti a studiare e che possa raccogliere gli argomenti principali da preparare. E’ vero: i libri hanno un costo.

Prova però a pensarlo come un investimento e domandati: “Vale la pena spendere venti o trenta euro per acquistare un libro che potrebbe garantirmi un posto di lavoro fisso?”.

Il manuale è indispensabile per procedere con la preparazione, soprattutto perché è pensato per sostenerti anche con software online di simulazione o schede di approfondimento, senza considerare le espansioni online che integrano e aggiornano il volume.

Viaggio e soggiorno…”chi prima arriva meglio alloggia”

La parte che decisamente più spaventa i concorsisti sono i costi legati al vitto, al trasporto e all’alloggio per sostenere le prove concorsuali. Come principio generale vale la regola secondo cui è bene soffermarsi su una prova alla volta. Ricorda che in questi casi è proprio vero il detto chi prima arriva meglio alloggia“. I prezzi lievitano di molto con le prenotazioni continue ed è per questo che è utile attivarsi con largo anticipo per prenotare un hotel, un b&b o una stanza in appartamento.

Se non hai particolari esigenze e sei un tipo alla mano e socievole prova a considerare anche gli ostelli: costano poco, hanno tutto ciò che serve per il soggiorno ed ospitano spesso ragazzi e ragazze che si muovono prevalentemente per motivi di studio o svago.

Se i costi dovessero essere ancora troppo alti, potresti prova a valutare qualche alternativa.

Ad esempio, una valida alternativa potrebbe essere quella di condividere l’esperienza con qualcuno, magari della tua stessa città, così da condividere i costi legati al soggiorno. In alcuni casi possono essere abbattuti anche i costi di viaggio usufruendo di promozioni che Trenitalia, Italo e altre compagnia dedicano a chi viaggia insieme, in due o in gruppo.

Con l’emergenza Covid-19 purtroppo si è assistito ad un drastico aumento del prezzo dei biglietti di viaggio. Hai provato a valutare il trasporto regionale? In generale è possibile risparmiare notevolmente i costi di trasporto se si viaggia con una tratta “segmentata”, prevedendo magari un cambio di treno.

 

Prove decentrate

Come già anticipato, le prove dei nuovi concorsi pubblici si svolgeranno in scuole e università locali. Non sono previsti, almeno per i concorsi Ripam 2020, lunghi esodi verso le capitali italiane e ciò potrà senz’altro essere un vantaggio per il portafogli.

Tuttavia, c’è ancora grande incertezza sul comprendere come saranno strutturati i calendari e le sedi delle prove e non sappiamo al momento se le prove si svolgeranno solo nei capoluoghi di regione oppure se anche nelle province.

Senz’altro si tratterà di mete da raggiungere decisamente più vicine rispetto al passato dato che la nuova normativa nasce proprio allo scopo di agevolare le persone e ridurre gli spostamenti.

 

Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it