Prova orale Stem: come prepararla. Tra lezioni simulate e progettazione Si avvicinano gli orali del concorso scuola ordinario

 

Condividi

prova-orale-concorso-stem-2021

2 min di lettura

Prova orale concorso Stem: come prepararla. Tra lezioni simulate e progettazione. Iniziato in tempi record, il concorso Stem si appresta alla fase finale con le rispettive prove orali. Ricordiamo che le convocazioni per le prove orali del concorso Stem 2021 saranno effettuate almeno 20 giorni prima dei colloqui a cura degli Uffici scolastici regionali. Vediamo alcuni consigli utili su come prepararsi alla prova orale del concorso docenti.

Per tutte le novità sul concorso Stem consulta anche la pagina web del Miur.

In cosa consiste la prova orale del concorso Stem

Ai candidati, che superano la prova scritta con il punteggio minimo di 70/100, l’USR competente comunica tramite email il voto conseguito nella prova scritta, la sede, la data e l’ora di svolgimento della prova orale, almeno venti giorni prima dello svolgimento della medesima.

La prova orale per i posti comuni è finalizzata all’accertamento della preparazione del candidato e valuta la padronanza delle discipline, nonché la capacità di progettazione didattica efficace, anche con riferimento alle TIC, finalizzata al raggiungimento degli obiettivi previsti dagli ordinamenti didattici vigenti.

La prova orale dura 45 minuti e consiste nella progettazione di un’attività didattica, comprensiva dell’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche compiute e di esempi di utilizzo pratico delle TIC.

Su cosa soffermarsi

Essendo la prova orale rivolta tendenzialmente a candidati senza esperienza (ricordiamo che il concorso Stem non è altro che una modifica del concorso ordinario per le cdc scientifiche), è importante studiare con attenzione la parte relativa alla progettazione didattica affiancando – comunque – lezioni simulate già svolte. Dal PTOF alle unità di apprendimento, alla valutazione, passando poi per la programmazione individualizzata per i BES, ossia gli alunni con bisogni educativi speciali.

Gran parte degli argomenti da trattare è relativa ai programmi dei 24 CFU integrativi utili ai fini della partecipazione al concorso.

L’importanza delle competenze linguistiche e informatiche durante il colloquio

Durante il colloquio orale vengono accertate anche la conoscenza dell’inglese e dell’informatica.

Non a caso nel manuale che consigliamo vengono presentate, oltre ad alcune brevi schede grammaticali per il ripasso della lingua inglese, alcune delle domande rivolte dalle Commissioni in sede di colloquio con le relative risposte in inglese.

Analogamente per le competenze informatiche: anche in questo caso, oltre a brevi schede di ripasso delle principali funzionalità del PC e dei software per la scuola, è riportata una selezione delle domande ufficiali.

Come preparare la prova orale del concorso Stem

Se vuoi risparmiare tempo, ricorda anche che nelle espansioni online del libro è presente un modello personalizzabile in PowerPoint pronto da compilare.

 

    Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


    Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it