Concorso scuola ordinario secondaria: quando è richiesta la parte generale? Il punto della situazione sulla nuova parte generale

 

Condividi

cosa_sono_le_avvertenze_generali

3 min di lettura

Concorso scuola ordinario secondaria: sono richieste le avvertenze generali? Tra i dubbi più frequenti che i nostri lettori continuano a porci rientra anche lo studio della cd. parte generale del nuovo concorso scuola ordinario per la scuola secondaria. In particolare, ci si domanda in quale occasione (o meglio, in quale prova) saranno richiesti agli aspiranti docenti gli argomenti contenuti nella parte generale del nuovo bando di concorso docenti 2020. Prima di far luce sul programma, occorre fare una premessa: la parte generale (ex avvertenze generali) è ben diversa dalla parte relativa allo studio delle discipline antropo-psico-pedagogiche e sulle metodologie e tecnologie didattiche. Quando studiare la parte generale per il concorso ordinario?

La parte generale e la seconda prova per i 24 CFU

Molti argomenti delle cd. Avvertenze generali (ora Parte generale) sono comuni a quelli oggetto della seconda prova scritta (24 CFU) anche se non corrispondono totalmente.

Ad esempio non è oggetto delle avvertenze generali l’antropologia mentre ne è parte fondamentale la legislazione e normativa scolastica.

Per approfondire: leggi Concorso scuola 2020 con le differenze tra avvertenze generali e 24 CFU

Inoltre alcuni argomenti, come le relazioni tra i diversi soggetti che operano nel contesto scolastico sono trattati con un taglio e un approfondimento diverso nei due diversi volumi

Ma di preciso, in quale fase del concorso è richiesta la parte generale?

La prova preselettiva

La prova è costituita da 60 quesiti a risposta multipla con quattro opzioni di risposta, di cui una sola corretta, così ripartiti:

  • capacità logiche: 20 quesiti;
  • capacità di comprensione del testo: 20 quesiti;
  • conoscenza della normativa scolastica: 10 quesiti;
  • conoscenza della lingua inglese: 10 quesiti.

E’ chiaro, dunque, che nella prova preselettiva sarà richiesto lo studio della parte generale limitatamente alla normativa scolastica, oggetto della prova per ben 10 quesiti.

Le prove scritte

La prima prova scritta avrà ad oggetto le discipline specifiche della classe di concorso per la quale si concorre e, dunque, non saranno oggetto di tale prova le competenze della parte generale.

Come invece già anticipato, una parte degli argomenti contenuti nella parte generale sarà invece oggetto della seconda prova relativa ai 24 CFU.

Prova orale

Verterà complessivamente sul programma indicato dall’Allegato A del bando di concorso e, per questa ragione, sarà accertata anche il possesso delle competenze sulla parte generale.

Parte generale nel concorso ordinario

In definitiva, la parte generale sarà richiesta durante:

  • la prova preselettiva, in occasione dell’accertamento della legislazione scolastica;
  • la prova orale, in quanto saranno richieste ai candidati tutte le materie oggetto del programma d’esame (tra cui anche la parte generale presente nell’Allegato al bando)
 

Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it