Nuovi parametri forensi

 

Condividi

nuovi parametri forensi

2 min di lettura

È stato pubblicato sulla G.U. n. 236 dell’8 ottobre 2022, il decreto del Ministero della Giustizia 13 agosto 2022, n. 147 concernente la determinazione dei nuovi parametri forensi per la liquidazione dei compensi per la professione forense.

I valori medi per tutte le attività sono stati aumentati del 5%.

Tariffa oraria

L’avvocato potrà pattuire con il cliente un compenso orario in una forbice compresa tra un minimo di euro 200,00 ed un massimo di euro 500,00 per ciascuna ora o frazione di ora superiore a trenta minuti.

La previgente tariffa forense prevedeva un compenso orario non inferiore ad € 65,00 all’ora.

Diritto civile

E’ stato prevista:
  •  fino al 50% la percentuale di aumento o diminuzione dei valori relativi alle varie fasi del processo, ossia le fasi di studio, introduttiva, istruttoria e decisoria (anche per attività penale e stragiudiziale);
  • il deposito di atti con modalità telematiche comporterà sempre l’aumento del 30% dei parametri forensi;
  • è aumentata la percentuale di penalità per responsabilità processuale ex art 96 cpc: il compenso spettante all’avvocato soccombente è ridotto del 75% rispetto a quello altrimenti spettante;
  • resta la riduzione del 50% nei casi d’inammissibilità, improponibilità o improcedibilità della domanda ove concorrano gravi ed eccezionali ragioni.
  • E’ prevista una maggiorazione del 20% del compenso liquidato all’avvocato che assista ambedue i coniugi nel procedimento per separazione consensuale e nel divorzio ad istanza congiunta;
  • nei giudizi innanzi alla Corte di cassazione, il compenso può essere aumentato fino al 50% quando è depositata memoria ex Art. 378 cpc.

Diritto penale

  • E’ prevista un aumento del 20% per le indagini difensive particolarmente complesse o urgenti.
  •  fino al 50% la percentuale di aumento o diminuzione dei valori relativi alle varie fasi del processo, ossia le fasi di studio, introduttiva, istruttoria e decisoria.

Diritto amministrativo

  • E’ prevista una aumento fino al 50% quando sono proposti motivi aggiunti per giudizi innanzi al Tribunale amministrativo regionale e al Consiglio di Stato;
  • nel caso di proposizione del ricorso incidentale il compenso per la fase introduttiva è aumentato fino al 20%;
  • Nel caso di appello cautelare davanti al Consiglio di Stato è dovuto il compenso previsto dalla tabella 22.

Consulta la tabella dei parametri forensi:

Tabella parametri forensi qui

Scopri i codici di Edizioni Simone per la professione forense

 

    Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


    Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it