Concorso Giustizia amministrativa: pubblicato bando da 168 posti. Ufficio per il processo Arriva il primo concorso dedicato UPP Giustizia

 

Condividi

concorso-ufficio-processo-giustizia-amministrativa

4 min di lettura

Concorso Giustizia amministrativa: in Gazzetta il primo bando per funzionari e assistenti. Arriva il bando Ufficio per il processo dedicato alla giustizia amministrativa. Nella Gazzetta ufficiale del 6 luglio è stato pubblicato il bando di concorso per nuove assunzioni Giustizia 2021 da destinare al Tar e al Consiglio di stato. Le selezioni sono aperte a laureati e a diplomati e si svolgeranno per titoli e prova scritta. Si tratta di esperti Pnrr da dedicare ai progetti del recovery plan. In particolare si cercano 130 funzionari di vario profilo, area III, fascia retributiva F1, e di 38 assistenti informatici, area II, fascia retributiva F2, a tempo pieno e determinato della durata di 30 mesi, non rinnovabile, per il supporto delle linee di progetto di competenza della Giustizia amministrativa.

Questo è il primo scaglione di assunzioni per l’Ufficio per il processo. Manca all’appello il bando da 8500 posti aperto a laureati. Se vuoi ricevere un’email quando il bando sarà pubblicato, clicca qui.

I posti a concorso

I 168 posti a concorso sono così suddivisi:

  • 130 funzionari di vario profilo, area III, fascia retributiva F1
  • 38 assistenti informatici, area II, fascia retributiva F2,

Come fare domanda

Per partecipare occorre registrarsi e inviare la candidatura sul portale predisposto dal Ministero della giustizia per il concorso PNRR. Prima di presentare la domanda, bisogna accertarsi di aver effettuato il versamento del contributo di ammissione di euro 10,00 per le spese relative all’organizzazione e all’espletamento del concorso.

Si potrà fare domanda fino al termine ultimo fissato alle 17.00 del giorno 5 agosto. 

Ogni candidato può presentare domanda di partecipazione per non più di un profilo e, nell’ambito di tale profilo, per un solo ufficio giudiziario.

Requisiti per partecipare

I requisiti cambiano a seconda del profilo professionale per cui si concorre:

  • a) funzionario amministrativo (cod. concorso «GA100»): laurea triennale in: L-14 – Scienze dei servizi giuridici; L-16 – Scienze politiche;
    L-18 – Scienze dell’economia e della gestione aziendale; L-33 – Scienze economiche; L-36 – Scienze dell’amministrazione oppure laurea magistrale in LMG/01 – Giurisprudenza; LM-56 – Scienze dell’economia; LM-77 – Scienze economico-aziendali; LM-63 – Scienze delle pubbliche amministrazioni; LM-52 – Relazioni internazionali; LM-62 – Scienze della politica oppure diploma di laurea;
  • b) funzionario informatico (cod. concorso «GA200»): lauree almeno triennali in Ingegneria dell’informazione, Scienze e tecnologie fisiche e/o informatiche; scienze matematiche; scienze statistiche e corrispondenti lauree magistrali.
  • c) funzionario statistico (cod. concorso «GA300») consulta il bando di concorso a fine articolo.

Per il profilo da assistente informatico (cod. concorso «GA400») occorre il diploma di istituto tecnico settore tecnologico o liceo scientifico a indirizzo informatico o scienze applicate oppure diploma di perito industriale a indirizzo informatico oppure ragioniere programmatore oppure possono partecipare coloro che possiedono i titoli indicati per il profilo di funzionario informatico.

Valutazione titoli

Vengono attribuiti punteggi a titoli di studio e/o professionali secondo quanto indicato dal bando.  I candidati che riportano un punteggio minimo pari a 21/30, sono ammessi alla prova scritta in ordine di punteggio, fino al raggiungimento del numero pari a cinque volte i posti messi a concorso per ciascun profilo.

Scarica la scheda di valutazione titoli

Concorso Giustizia amministrativa: la prova scritta

La prova scritta consisterà in un elaborato con due risposte sui seguenti argomenti:

a) funzionario amministrativo (cod. concorso «GA100»):
a1) diritto amministrativo sostanziale;
a2) diritto amministrativo processuale;

b) funzionario informatico (cod. concorso «GA200»):
b1) norme di riferimento in materia di e-government , dematerializzazione, cooperazione informatica e, più in generale, dei temi trattati dal
Codice dell’amministrazione digitale; tecniche e metodologie orientate alla modellizzazione di processi, dati e architetture in ambito ICT;
b2) elementi di diritto amministrativo processuale, anche con riferimento al Processo amministrativo telematico;

c) funzionario statistico (cod. concorso «GA300»):
c1) metodi di analisi, presentazione e previsione delle tendenze fondamentali individuabili in grandi flussi di dati ( Big data ), con particolare riferimento alle principali tecnologie necessarie all’elaborazione degli stessi;
c2) elementi di diritto amministrativo processuale, anche con riferimento al Processo amministrativo telematico;

d) assistente informatico (cod. concorso «GA400»):
d1) elementi normativi sull’informatica nella pubblica amministrazione, tecniche e metodi di dematerializzazione e digitalizzazione
dei processi;
d2) elementi di diritto amministrativo processuale.

Come prepararsi al concorso giustizia amministrativa

Questo è il primo scaglione di assunzioni per l’Ufficio per il processo. Manca all’appello il bando da 8500 posti aperto a laureati. Se vuoi ricevere un’email quando il bando sarà pubblicato, clicca qui.

Scarica il bando pdf

Clicca qui per scaricare il bando di concorso

 

    Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


    Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it