Concorso funzionari tecnici RIPAM: bando per 70 posti al MISE e Presidenza del Consiglio. Aperto a tutte le lauree Nuovo bando di concorso per laureati

 

Condividi

concorso-mise-presidenza-consiglio-ripam-2020

2 min di lettura

Concorso MISE e Presidenza del Consiglio: bando da 70 posti. Aperto a tutte le lauree. Continuano ad essere pubblicati bandi per i concorsi RIPAM. Nella Gazzetta ufficiale del 31 luglio è stato pubblicato un bando di concorso per l’assunzione di 70 funzionari tecnici. Il nuovo bando di concorso, disponibile qui, è aperto a tutte le lauree. Si tratta, nello specifico, di funzionari tecnici informatici e specialisti nel digitale e nella sicurezza. Le nuove assunzioni 2020 saranno smistate così come segue:

  • 60 funzionari saranno assegnati al Ministero dello sviluppo economico;
  • 10 funzionari andranno invece alla Presidenza del Consiglio dei ministri

Vediamo i dettagli del nuovo concorso funzionari tecnici RIPAM.

Concorso RIPAM Mise e Presidenza del consiglio: requisiti

Per partecipare al nuovo concorso RIPAM occorre essere in possesso di un qualunque titolo di laurea almeno triennale. Per partecipare si richiede un account SPID e una casella PEC. La domanda dovrà essere inviata tramite il sistema ripam.cloud.

Le domande potranno essere presentate entro e non oltre il 14 agosto.

Concorso funzionari tecnici RIPAM: le prove

Il concorso prevede lo svolgimento di una prova:

  • preselettiva;
  • scritta;
  • orale (che si potrà svolgere in videoconferenza)

Le prove preselettive e scritte potranno svolgersi in modalità decentrata.

Per sapere il programma delle prove, consulta il bando di concorso.

Ad annunciare il bando il ministro Dadone

Le parole del ministro per la pubblica amministrazione Fabiana Dadone:

Continuiamo ad orientare il rilancio del reclutamento per le amministrazioni nella direzione di eccellenze e profili innovativi con un altro bando tutto digitale: in sinergia con il Mise, abbiamo lanciato il concorso per l’assunzione di 70 esperti in sicurezza informatica, elettronica e telecomunicazioni.

Il Covid ha rappresentato, tra le altre cose, un formidabile stress test per le nostre reti tlc, ma più in generale è ormai strategica e irrinunciabile per le Pa una robusta dotazione di professionisti nella cybersecurity.

L’innovazione e la semplificazione non sono soltanto slogan ma obiettivi da perseguire giorno dopo giorno con rapidità e concretezza, coinvolgendo le giovani eccellenze e le migliori energie del Paese.

 

Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it