Concorso Regione Marche 2019: bando 61 assistenti e funzionari amministrativi nei Centri per l’Impiego In Gazzetta Ufficiale il bando per nuovo personale da assumere in Regione

 

Anche la Regione Marche è impegnata nelle nuove assunzioni 2019. Questa volta si tratta di bandi di concorso per funzionari e assistenti amministrativi che dovranno essere inseriti presso la struttura amministrativa della Giunta regionale. Anche in questo caso, le nuove assunzioni dovranno essere competenti nell’ambito delle politiche attive del lavoro e del reinserimento sociale nei Centri per l’impiego. Il concorso Regione Marche 2019 coinvolgerà 61 nuove risorse che saranno impiegate con nuovi contratti di lavoro a tempo pieno e indeterminato alle dipendenze delle amministrazioni locali. In particolare, le nuove assunzioni annunciate con la Gazzetta Ufficiale n.82 del 15 ottobre riguarderanno:

  • 40 posti di D/LF funzionario amministrativo per le politiche del lavoro e formazione, categoria D;
  • 21 posti di C/LF assistente amministrativo per le politiche attive del lavoro e formazione, categoria C

 

Concorso Regione Marche 2019: requisiti

Chi può partecipare al nuovo concorso Regione Marche? Per partecipare al profilo da 40 posti da funzionario amministrativo si richiede il possesso del Diploma di Laurea vecchio ordinamento (DL) o Laurea Specialistica (LS – ai sensi del DM 509/99) o Laurea Magistrale (LM – ai sensi del DM 270/04), nonché laurea triennale. Per il profilo da assistente amministrativo è sufficiente il diploma di scuola superiore.

Le domande potranno essere presentate tramite il sito  https://cohesionworkpa.regione.marche.it/ dal 16 ottobre fino al 4 novembre. È necessario anche attestare la ricevuta del versamento (scansionata) di € 10,00, da corrispondere alla Regione Marche mediante versamento sul c/c postale regionale.

 

Concorsi Centri Impiego Marche: prove

Nel caso in cui dovesse essere presentato un numero di domande superiore a 200, entrambi i concorsi prevedono una prova preselettiva basata su quesiti di ragionamento logico, deduttivo o numerico. Per le prove scritte e orali, il programma è differente a seconda della figura professionale. Nel dettaglio:

PROFILO FUNZIONARIO AMMINISTRATIVO

Prova scritta consistente nello svolgimento di un elaborato teorico pratico (tema o atto amministrativo) o quiz a risposta multipla e/o domande a risposta aperta con riferimento alle seguenti materie:

  • Elementi di diritto amministrativo; Legge n. 241/1990; D.lgs. n. 33/2013;
  • Elementi di Diritto del lavoro e di legislazione sociale;
  • Elementi di legislazione comunitaria, nazionale e regionale in materia di politiche attive del lavoro e funzioni e competenze della Regione in materia di servizi per l’impiego e collocamento al lavoro, comprese le norme rivolte ai disabili di cui alla legge 68/1999 http://www.regione.marche.it/Entra-inRegione/Fondi-Europei/FSE/Programma-operativo-Por-FSE;
  • Norme di tutela dei dati personali – Regolamento UE n. 679/2016 e D.lgs. n. 196/2003.

 

Prova orale che verte, oltre che sulle materie oggetto delle prove scritte, su:

  • Tecniche e metodologie per l’orientamento professionale ed in particolare per la gestione del colloquio orientativo rivolto a specifici target di utenza;
  • Nozioni e tecniche di gestione delle attività di preselezione diretta a favorire l’incontro tra domanda ed offerta di lavoro;
  • Nozioni sulle tecniche per la ricerca e selezione del personale;
  • Consulenza e servizi alle imprese in materia di politiche del lavoro;
  • Ordinamento dell’UE, riforma del Titolo V della Costituzione;
  • Statuto della Regione Marche;
  • Organizzazione amministrativa della Regione Marche legge regionale n. 20/2001;
  • Diritti, doveri e responsabilità dei pubblici dipendenti; codice di comportamento dei dipendenti della Giunta regionale DGR n. 64/2014.

PROFILO ASSISTENTE AMMINISTRATIVO

Prova scritta consistente nello svolgimento di un elaborato scritto o quesiti a risposta multipla predeterminato o questionario a risposta aperta con riferimento alle seguenti materie:

  • Nozioni di diritto amministrativo; Legge n. 241/1990; D.lgs. n. 33/2013;
  • Nozioni di diritto del lavoro e della legislazione sociale;
  • Nozioni di legislazione comunitaria, nazionale e regionale in materia di politiche attive del lavoro e funzioni e competenze della Regione in materia di servizi per l’impiego e collocamento al lavoro, comprese le norme rivolte ai disabili di cui alla legge 68/1999 http://www.regione.marche.it/Entra-inRegione/Fondi-Europei/FSE/Programma-operativo-Por-FSE;
  • Nozioni sulla materia della tutela dei dati personali – Regolamento UE n. 679/2016 e D.lgs. n. 196/2003.

 

Prova orale che verte, oltre che sulle materie oggetto delle prove scritte, su:

  • Nozioni sulle tecniche e metodologie per l’orientamento professionale ed in particolare per la gestione del colloquio orientativo rivolto a specifici target di utenza;
  • Nozioni e tecniche di gestione delle attività di preselezione diretta a favorire l’incontro tra domanda ed offerta di lavoro;
  • Nozioni sulle tecniche per la ricerca e selezione del personale;
  • Nozioni sulla consulenza e servizi alle imprese in materia di politiche del lavoro;
  • Nozioni sull’ordinamento dell’UE e sulla riforma del Titolo V della Costituzione;
  • Statuto della Regione Marche;
  • Organizzazione amministrativa della Regione Marche legge regionale n. 20/2001;
  • Diritti, doveri e responsabilità dei pubblici dipendenti; codice di comportamento dei dipendenti della Giunta regionale DGR n. 64/2014.
 

Ricevi tutti gli aggiornamenti su questo articolo


Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it