Concorso Ministero giustizia Pnrr: in arrivo bando per 5410 diplomati e laureati. Stipendi da 3000 euro al mese Il prossimo bando al Ministero della giustizia per le nuove assunzioni europee

 

Condividi

concorsi-ministero-della-giustizia-2021

4 min di lettura

Concorso Ministero giustizia: in arrivo bandi per 5410 diplomati e laureati per il Pnrr. Sarà presto aggiornata la sezione Ministero della giustizia concorsi e assunzioni per la pubblicazione di nuovi bandi di concorso aperti a diplomati e laureati. É appena giunta la notizia, pubblicata anche sul blog online ufficiale del Ministero della giustizia, dei prossimi concorsi al Ministero della giustizia per la ripresa dell’Italia e, in particolare, la riforma giudiziaria. Il prossimo concorso Ministero giustizia 2021 che sta per essere portato a termine, ossia il concorso Ufficio del processo, è solo il primo di una lunga serie di concorsi che ci saranno per rinforzare – dunque – l’amministrazione giudiziaria.

In questo articolo facciamo il punto sui prossimi concorsi al Ministero della giustizia vedendo: requisiti, le prove, stipendio e altro ancora.

Per ricevere una notifica sulla pubblicazione del bando e dei manuali dei concorsi Ministero giustizia clicca qui.

Concorso Ministero giustizia PNRR: perché le nuove assunzioni

Il prossimo bando Giustizia viene previsto dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), ossia il pacchetto di investimenti, aiuti e riforme nato per fronteggiare l’emergenza Covid-19. E’ stato elaborato dal Governo Draghi ed è stato poi inviato alle Istituzioni dell’Unione europea per accedere al Next generation EU (Recovery Plan), vasto programma di aiuti europei.

Tra i diversi ambiti più ritoccati dai progetti di riforma rientrano anche la Pubblica amministrazione, la giustizia, la semplificazione della legislazione e la promozione della concorrenza.

Ed è questo il motivo per cui adesso vengono pubblicati concorsi a tempo determinato cui seguiranno “assunzioni di rinforzo” per i vari settori nella PA.

Le sedi di lavoro

Quando presenta la domanda di partecipazione al concorso, il candidato indica già il distretto di corte di appello dove andrà a lavorare se risulterà tra i vincitori. Dunque la scelta sarà fatta preventivamente, così come è stato per il concorso Ufficio per il processo.

Le figure ricercate per laureati

Le figure ricercate sono 1660 laureati (triennale, magistrale o diploma di laurea vecchio ordinamento) per:

  • IT senior (180 unità, con laurea in informatica, ingegneria, fisica, matematica, ovvero altra laurea con specializzazione in informatica o equipollenti)
  • contabilità senior (200 unità, con laurea in economia e commercio, scienze politiche o equipollenti)
  • edilizia senior (150 unità, con laurea in ingegneria, architettura o equipollenti)
  • statistico (40 unità, con laurea in scienze statistiche, scienze statistiche ed attuariali o equipollenti)
  • tecnico di amministrazione (1.060 unità, con laurea in giurisprudenza, economia e commercio, scienze politiche o equipollenti)
  • analista di organizzazione (30 unità, con laurea in giurisprudenza, scienze politiche, economia e commercio, sociologia, scienze statistiche e demografiche, psicologia indirizzo psicologia del lavoro e delle organizzazioni del lavoro, ingegneria gestionale ed equipollenti).

Le figure ricercate per diplomati

E’ prevista anche l’immissione di 750 tecnici diplomati:

  • IT junior (280 unità, con diploma di istruzione secondaria di secondo grado rilasciato da Istituto tecnico – settore tecnologico – indirizzo elettronica ed elettrotecnica/informatica e telecomunicazioni o titoli di studio equipollenti)
  • contabilità junior (400 unità, con diploma di istruzione secondaria di secondo grado rilasciato da Istituto tecnico – settore economico o titoli di studio equipollenti)
  • edilizia junior (70 unità, diploma di istruzione secondaria di secondo grado rilasciato da Istituto tecnico – settore tecnologico – indirizzo costruzioni, ambiente e territorio o titoli di studio equipollenti).

Si cercano 3000 operatori data entry

Ricercato inoltre personale tecnico amministrativo da inquadrare come operatore data entry con contratto a 36 mesi. Anche per questa posizione si accede con qualunque diploma di istruzione secondaria di secondo grado).

Come fare domanda

La domanda potrà essere presentata non appena il bando di concorso sarà pubblicato in Gazzetta ufficiale concorsi ed esami.

La pubblicazione del bando è prevista per i prossimi giorni.

Come si svolge la selezione

La selezione si svolgerà in due fasi: una prima fase dedicata alla valutazione titoli; una seconda, invece, dedicata alla prova scritta.

In particolare, per la valutazione dei titoli, varrà questa regola:

il punteggio per il voto di laurea/diploma è aumentato del doppio per i laureati/diplomati da non più di sette anni. A parità di merito e titoli, è preferito il candidato più giovane.

La prova scritta (unica) sarà differente a seconda dei diversi profili professionali.

Concorso Ministero giustizia PNRR: stipendi

Le specifiche ministeriali indicano anche la retribuzione lorda annua sarà pari a:

  • Laureati € 42.297,47
  • Tecnici Diplomati € 36.347,31
  • Diplomati € 34.422,28

Dunque, un laureato percepirà circa 3500 euro lordi mensili a cui saranno decurtate le trattenute previste dalla legge.

Come restare aggiornati sul concorso Giustizia per il PNRR

Per ricevere una notifica sulla pubblicazione del bando e dei manuali dei concorsi Ministero giustizia clicca qui.

 

    Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


    Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it