Concorso Ministero Agricoltura MASAF 2023: bando da 462 posti, laureati e diplomati Profili, requisiti richiesti e come inviare domanda per il bando di concorso

 

Condividi

Concorso Ministero Agricoltura 2023

6 min di lettura

Concorso Ministero Agricoltura 2023, bando da 462 posti per diversi profili professionali e funzionari. Il Ministero dell’Agricoltura ha pubblicato un bando per l’assunzione di 462 nuovi dipendenti tra funzionari, ispettori e assistenti. I profili richiesti verranno assunti tutti a tempo pieno ed indeterminato da inquadrare nei ruoli del Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste. Andiamo a vedere nel dettaglio quali sono i profili e i titoli richiesti per partecipare e le modalità di svolgimento delle prove. Il concorso è gestito dalla Commissione RIPAM che si avvale anche di Formez PA.

Clicca qui per i manuali per tutti i profili del concorso MASAF

I posti a concorso

I posti a concorso sono complessivamente 462, suddivisi tra funzionari e assistenti:

Profili funzionari e ispettori (384 posti)

  • 112 unità da destinare alla Sezione Agricoltura, presso l’amministrazione centrale in Roma, suddivise come segue:
    • 28 unità con il profilo di di funzionario agrario forestale;
    • 44 unità con il profilo di funzionario amministrativo contabile;
    • 18 unità con il profilo di funzionario amministrativo giuridico (Codice A.3);
    • 12 unità con il profilo di funzionario informatico (Codice A.4);
    • 3 unità con il profilo di funzionario linguistico e per la comunicazione (Codice A.5);
    • 2 unità con il profilo di funzionario tecnico ambientale (Codice A.6);
    • 2 unità con il profilo di funzionario tecnico idraulico (Codice A.7);
    • 1 unità con il profilo di funzionario tecnico meccanico (Codice A.8);
    • 2 unità con il profilo di funzionario veterinario (Codice A.9).
  • 262 unità da destinare alla Sezione ICQRF, suddivise come segue:
    • 128 unità con il profilo di ispettore agrario, di cui:
      • 38 unità da assegnare alle sedi del Nord Italia (Codice B.1);
      • 53 unità da assegnare alle sedi del Centro Italia (Codice B.2);
      • 37 unità da assegnare alle sedi del Sud Italia (Codice B.3).
    • 25 unità con il profilo di ispettore amministrativo contabile, di cui:
      • 3 unità da assegnare alle sedi del Nord Italia (Codice B.4);
      • 17 unità da assegnare alle sedi del Centro Italia (Codice B.5);
      • 5 unità da assegnare alle sedi del Sud Italia (Codice B.6);
    • 84 unità con il profilo di ispettore amministrativo giuridico, di cui:
      • 18 unità da assegnare alle sedi del Nord Italia (Codice B.7)
      • 48 unità da assegnare alle sedi del Centro Italia (Codice B.8)
      • 18 unità da assegnare alle sedi del Sud Italia (Codice B.9)
    • 23 unità con il profilo di ispettore chimico, di cui:
      • 5 unità da assegnare alle sedi del Nord Italia (Codice B.10)
      • 5 unità da assegnare alle sedi del Centro Italia (Codice B.11)
      • 13 unità da assegnare alle sedi del Sud Italia (Codice B.12)
    • 2 unità con il profilo di ispettore informatico (Codice B.13).

Profili assistenti (88 posti)

  • 65 unità da destinare alla Sezione Agricoltura, presso l’amministrazione centrale in Roma, suddivise come segue (Codice A):
    • 45 unità con il profilo di assistente amministrativo contabile;
    • 4 unità con il profilo di assistente tecnico informatico (Codice A.2);
    • 16 unità con il profilo di assistente agrario forestale;
  • 23 unità da destinare alla Sezione ICQRF, suddivise come segue:
    • 7 unità con il profilo di assistente ispettore di laboratorio, di cui:
      • 3 unità da assegnare alle sedi del Nord Italia (Codice B.1)
      • 2 unità da assegnare alle sedi del Centro Italia (Codice B.2)
      • 2 unità da assegnare alle sedi del Sud Italia (Codice B.3)
    • 16 unità con il profilo di assistente ispettore amministrativo contabile, di cui:
      • 2 unità da assegnare alle sedi del Nord Italia (Codice B.4)
      • 9 unità da assegnare alle sedi del Centro Italia (Codice B.5)
      • 5 unità da assegnare alle sedi del Sud Italia (Codice B.6)

Requisiti richiesti per il concorso MASAF

I requisiti di ammissione variano a seconda del profilo scelto in una forbice di titoli che vanno dal diploma a specifici titoli di studio. In linea del tutto generale, per quanto riguarda i profili di funzionario ed ispettore è richiesta una specifica laurea triennale o magistrale, mentre per i profili di assistente è necessario essere in possesso di un diploma di scuola II di secondo grado.

Vuoi conoscere tutti i requisiti richiesti del profilo per il quale hai scelto di concorrere? Scarica il bando nella sezione dedicata all’interno di questo articolo

Come presentare domanda

La domanda può essere presentata per ciascuno dei codici concorso. Il candidato dovrà inviare la domanda di ammissione al concorso esclusivamente per via telematica compilando il format di candidatura sul Portale inPA. Il termine ultimo per presentare la domanda è il 27/01/2024 entro le 23:59.

È previsto il versamento di un contributo di 10€.

Per partecipare al concorso bisogna essere in possesso di:
– lo SPID
– una PEC intestata a te: per scoprire come attivarla velocemente in 30 minuti leggi qui come fare

La prova scritta del concorso Ministero Agricoltura 2023

La prova scritta, distinta per i codici concorso, consisterà nella somministrazione di un test di 40 quesiti a risposta multipla da risolvere in 60 minuti, con un punteggio massimo attribuibile di 30 punti e si articolerà come segue:

  • 25 quesiti volti a verificare le conoscenze afferenti alle materie specifiche del profilo per il quale si è deciso di concorrere;
  • 8 quesiti volti a verificare la capacità logico-deduttiva e di ragionamento critico-verbale.
  • 7 quesiti situazionali relativi a problematiche organizzative e gestionali ricadenti nell’ambito degli studi sul comportamento organizzativo.

A ciascuna risposta è attribuito il seguente punteggio:

    • risposta esatta: +0,75 punti;
    • mancata risposta: 0 punti;
    • risposta errata: -0,25 punti.

La prova si intende superata se è raggiunto il punteggio minimo di 21/30.

Vuoi conoscere tutte le materie del profilo per il quale hai scelto di concorrere? Scarica il bando nella sezione dedicata all’interno di questo articolo

La prova orale

La prova orale, distinta per codici concorso, consiste in un colloquio interdisciplinare volto ad accertare la preparazione e la capacità professionale dei candidati nelle materie oggetto d’esame del profilo scelto.

Inoltre, durante la prova orale, tutti i candidati dovranno dimostrare le loro competenze in lingua inglese ed in informatica.

Alla prova orale è assegnato un punteggio massimo di 30 punti e la prova si intenderà superata se è stato raggiunto il punteggio minimo di 21/30.

La valutazione dei titoli

La valutazione dei titoli, distinta per i codici concorso, è effettuata da ciascuna commissione esaminatrice, anche mediante il ricorso a piattaforme digitali, dopo lo svolgimento della prova orale nei confronti dei soli candidati che hanno superato la stessa ed è effettuata sulla base dei titoli dichiarati dai candidati negli appositi spazi della domanda di ammissione al concorso.

Ai titoli di studio è attribuito un valore massimo complessivo di 10 punti.

Scarica il bando di concorso al Ministero dell’Agricoltura

Concorso Ministero Agricoltura MASAF 2023: libri specifici per la preparazione

xx

 

    Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse

    Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it