Concorso Ministero Affari esteri: bando segretari di legazione per 50 posti Concorso per laureati al MAECI

 

Condividi

concorso-segretari-legazione-maeci-2021

4 min di lettura

Nuovo concorso MAECI 2021. Nella Gazzetta ufficiale del 23 aprile è stato pubblicato un bando di concorso Ministero affari esteri per 50 posti di segretario di legazione in prova. Si tratta di uno dei più importanti concorsi per laureati nei Ministeri. Le nuove assunzioni saranno perfezionate dal Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale. Vediamo cosa sappiamo del nuovo concorso Ministero affari esteri segretari di legazione 2021.

Il concorso segretario di legazione 2021 è diverso dai precedenti perché strutturato ai sensi dell‘art. 10 del D.L. 44/2021 in tema di semplificazione di concorsi pubblici.

Requisiti concorso MAECI

Per partecipare al concorso Ministeri affari esteri occorre essere in possesso di una delle lauree magistrali afferenti alle seguenti classi: finanza (classe n. LM-16), relazioni internazionali (classe n. LM-52), scienze
dell’economia (classe n. LM-56), scienze della politica (classe n. LM-62), scienze delle pubbliche amministrazioni (classe n. LM-63), scienze economiche per l’ambiente e la cultura (classe n. LM-76), scienze economicoaziendali (classe n. LM-77), scienze per la cooperazione allo sviluppo (classe n. LM-81), servizio sociale e politiche sociali (classe n. LM-87), sociologia e ricerca sociale (classe n. LM-88), studi europei (classe n. LM-90), nonché la laurea magistrale a ciclo unico in giurisprudenza (classe n. LMG/01) e ogni altra equiparata a norma di legge.

Inoltre, si richiede un’età non superiore ai 35 anni.

Come fare domanda

Il candidato invia la domanda di ammissione al concorso esclusivamente per via telematica, compilando il modulo online all’indirizzo internet https://portaleconcorsi.esteri.it/.

Per fare domanda ci sono 45 giorni a partire dal 23 aprile.

Cosa prevede il concorso Ministero affari esteri

Il concorso si articola in:

  • prova attitudinale;
  • valutazione dei titoli;
  • prove d’esame scritte e orali, ed eventuali prove facoltative di lingua.

La prova attitudinale del concorso Ministero affari esteri segretari

La prova attitudinale è volta ad accertare la capacità del candidato di svolgere l’attività diplomatica, con particolare riferimento alla conoscenza delle materie oggetto di concorso inclusa la lingua inglese e alla capacità di ragionamento logico.

Il test attitudinale consiste in un questionario composto da 60 quesiti a risposta multipla, della durata di 60 minuti, riguardanti:

  • storia delle relazioni internazionali a partire dal congresso di Vienna;
  • diritto internazionale pubblico e dell’Unione europea;
  • politica economica e cooperazione economica, commerciale e finanziaria multilaterale;
  • lingua inglese, senza l’uso di alcun dizionario, su tematiche di attualità internazionale;
  • test per l’accertamento della capacità di ragionamento logico

Valutazione titoli

La commissione può assegnare complessivamente fino a 6 centesimi per i seguenti titoli:

  • titoli universitari anche stranieri post-laurea e master universitari di primo e di secondo livello di cui al successivo comma 3: fino a 3 centesimi;
  • attività lavorativa a livello di funzionario svolta presso organizzazioni internazionali secondo le modalità di cui al precedente art. 2, comma 1, punto 2), lettera f) : fino a 3 centesimi.

Si prendono in considerazione i seguenti titoli universitari post-laurea:

  • diploma di specializzazione;
  • dottorato di ricerca;
  • master universitari di primo e di secondo livello.

Il punteggio per i titoli è assegnato dalla commissione dopo le prove d’esame scritte e prima dell’inizio della correzione dei relativi elaborati.

Le prove

I candidati che hanno superato la prova attitudinale sono ammessi a sostenere le prove d’esame scritte che vertono sulle seguenti materie:

  • storia delle relazioni internazionali a partire dal congresso di Vienna;
  • diritto internazionale pubblico e dell’Unione europea;
  • politica economica e cooperazione economica, commerciale e finanziaria multilaterale;
  • lingua inglese (composizione, senza l’uso di alcun dizionario, su tematiche di attualità internazionale);
  • altra lingua straniera scelta dal candidato tra le seguenti: francese, spagnolo e tedesco (composizione, senza l’uso di alcun dizionario, su tematiche di attualità internazionale).

La prova d’esame orale verte sulle materie che hanno formato oggetto delle prove d’esame scritte, nonché sulle seguenti materie:

  • diritto pubblico italiano (costituzionale e amministrativo);
  • contabilità di Stato;
  • nozioni istituzionali di diritto civile e diritto internazionale privato;
  • geografia politica ed economica.

Leggi il bando di concorso

Come prepararsi al concorso Ministero affari esteri segretari

Se ti interessa questo concorso clicca sulla copertina del manuale e poi su “AVVISAMI”: riceverai una comoda notifica email non appena il manuale sarà disponibile.

 

    Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


    Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it