Concorso infermieri Udine 2023, bando da 240 posti all’ASU FC Tutte le informazioni nell'articolo

 

Condividi

Concorso infermieri Udine 2023

4 min di lettura

Concorso infermieri Udine 2023, bando da 240 posti all’Azienda Sanitaria Universitaria del Friuli Centrale. Bandito un nuovo concorso pubblico per 240 infermieri in Friuli Venezia Giulia presso l’Azienda Sanitaria Universitaria del Friuli Centrale. Il concorso nasce dalla carenza di personale sanitario, perché i candidati della graduatoria del concorso pubblico unificato per infermieri del 2022, non sono risultati sufficienti alla copertura.

Posti a concorso

posti a concorso sono complessivamente 240. Il concorso è svolto dall’Azienda Sanitaria Universitaria del Friuli Centrale (ASU FC).

Requisiti di accesso

Oltre i generici requisiti necessari per poter accedere ai concorsi pubblici, come la cittadinanza, per partecipare a questo concorso è necessario essere in possesso di:

  • Laurea in infermieristica, appartenente alla classe delle lauree nelle professioni sanitarie infermieristiche SNT/1 oppure diploma universitario di infermiere, conseguito ai sensi del D.M. n. 739/1994 o titoli equipollenti così come individuati dal D.M. 27/07/2000 e s.m.i.;
  • Iscrizione al relativo Albo Professionale.

Quanto guadagna un infermiere?

Lo stipendio medio netto di un Infermiere varia a seconda dell’ente in cui lavora, partendo da €750 al mese fino ad arrivare a €2000 al mese.

Come presentare domanda

Per partecipare al concorso ASU FC Udine per l’assunzione di 240 infermieri è necessario presentare la domanda di ammissione esclusivamente con modalità telematica, entro il 21 maggio 2023 entro le ore 24:00, collegandosi a questo portale. Inoltre, per poter inviare la domanda, bisogna essere in possesso sia di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) che dello SPID.

È previsto il pagamento di una tassa di 10,33€ per accedere al concorso

Le prove

Le prove d’esame consisteranno in una prova scritta, una prova pratica, una prova orale ed una valutazione dei titoli.

La prova scritta si articolerà nello svolgimento di un tema o soluzione di quesiti, a risposta multipla e/o sintetica e/o a completamento, in relazione alla figura professionale richiesta.

In particolare, sul bando sono indicate le tematiche che potrebbero essere oggetto di domanda delle diverse prove:

(1) Garantire cure infermieristiche centrate sulla relazione con le persone assistite, con la loro famiglia e caregiver di riferimento:

  • Valutazione e presa in carico delle persone assistite affette da problemi prioritari di salute acuti e/o cronici nei diversi setting di cura;
  • Relazione/tecniche di aiuto/tecniche per la presa in carico della persona assistita e della sua famiglia/caregiver;
  • Interventi educativi strutturati per sviluppare abilità di autocura e l’aderenza terapeutica.
  • Analisi e riflessione sulle problematiche a valenza etica, in accordo ai principi del Codice Deontologico dell’Infermiere.

(2) Garantire una assistenza infermieristica sicura:

  • Sistemi di valutazione, riconoscimento, prevenzione e gestione dei problemi clinico-assistenziali attuali e/o di rischio riconosciuti quali maggiormente frequenti dalla letteratura di riferimento: deterioramento clinico, cadute, lesioni da decubito, dipendenza funzionale, dolore, disfagia, malnutrizione, disidratazione, alterazione del bilancio, delirium, dimissione difficile, trombosi venosa profonda;
  • Sistemi di gestione e somministrazione sicura delle terapie; monitoraggio e sorveglianza preventiva e successiva alla somministrazione per i gruppi farmacologici maggiori; prevenzione e tempestivo riconoscimento/gestione degli errori/quasi errori anche con riferimento alla reportistica in accordo ai protocolli aziendali
  • Standard di assistenza nelle cure peri-operatorie;
  • Sistemi di prevenzione delle infezioni correlate alle pratiche assistenziali riconosciuti dalla letteratura di riferimento a maggiore frequenza quali infezioni del tratto urinario, correlate ai cateteri venosi periferici e centrali, delle ferite chirurgiche, del tratto respiratorio, e da Clostridium Difficilis;
  • Precauzione standard e misure di prevenzione/controllo basate sulla modalità di trasmissione delle infezioni anche in relazione alla condizione clinica e/o di rischio delle persone assistite.

(3) Garantire una efficace integrazione delle cure infermieristiche nei processi di presa in carico:

  • Strategie di organizzazione delle cure infermieristiche, con particolare riferimento alla definizione delle priorità su gruppi di pazienti, alla trasmissione delle informazioni, alla guida e supervisione degli operatori di supporto.

Concorso infermieri Udine 2023: manuali consigliati

xxx

 

    Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


    Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it