Concorso DSGA: più posti nei prossimi bandi. Le novità Novità sui concorsi DSGA attesi

 

Condividi

concorso-dsga-2021-bando-assunzioni-miur

3 min di lettura

Concorso DSGA: le novità nei prossimi bandi. Come cambieranno in futuro i concorsi DSGA? E’ risaputo ormai che i bandi di concorso scuola più interessanti non riguardano solo il personale docente, ma anche il personale ATA. Anche se nel corso del 2021 si darà avvio alla procedure per le nuove assunzioni scuola e personale ATA terza fascia, non è certa la pubblicazione imminente di un bando di concorso per DSGA. Tuttavia, non mancano alcune interessanti novità sui concorsi DSGA che saranno banditi nel prossimo futuro. Se ti interessano le assunzioni Miur puoi consultare la nostra sezione dedicata. Vediamo i dettagli dei concorsi scuola e sui bandi per direttori nell’articolo che segue.

Concorso DSGA: le novità

Più posti per DSGA

La prima novità è data dal numero di posti banditi al prossimo concorso DSGA. In particolare, la Legge di bilancio 2021 ha previsto un maggior numero di DSGA per numero di studenti.

[…] per l’a.s. 2021/2022, si riduce (da 600) a 500 unità, ovvero (da fino a 400) a fino a 300 unità per le istituzioni site nelle piccole isole, nei comuni montani, nelle aree geografiche caratterizzate da specificità linguistiche, il numero minimo di alunni necessario per l’attribuzione alle istituzioni scolastiche di un dirigente scolastico con incarico a tempo indeterminato e di un direttore dei servizi generali e amministrativi in via esclusiva (commi 978 e 979).

Dunque, in altri termini, mentre prima era previsto un DSGA ogni 600 alunni, adesso verrà previsto un direttore dei servizi generali ogni 500 alunni.

E’ più che probabile che questa disposizione avrà ripercussioni positive sul numero dei posti messi a concorso nel prossimo bando DSGA.

Bando DSGA: da pubblicare costantemente

Sul concorso DSGA è intervenuto anche l’art. 32-ter del D.L. 104/2020 che ha prevista una certa continuità per la pubblicazione dei bandi di concorso scuola DSGA. Si specifica che:

[…] al fine di dare continuità alle procedure concorsuali per direttore dei servizi generali e amministrativi, con decreto del Ministro dell’istruzione, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze e il Ministro per la pubblica amministrazione, […] sono definiti:
  • i criteri di composizione delle commissioni giudicatrici, che sono presiedute da un dirigente scolastico, un dirigente tecnico o un dirigente amministrativo, e i requisiti che devono essere posseduti dai relativi componenti;
  • i programmi, le prove concorsuali, ciascuna da superare con un punteggio pari o superiore a 7/10 o equivalente;
  • i punteggi ad esse attribuiti e i relativi criteri di valutazione;
  • la tabella dei titoli accademici, scientifici e professionali valutabili, comunque in misura non superiore al 20 per cento del punteggio complessivo.

Proprio per dar seguito a questa disposizione, il MIUR ha indetto un incontro con i sindacati il 14 gennaio per discutere dei programmi e delle prove dei concorsi DSGA da bandire.

Idonei concorso DSGA

La Legge di bilancio, inoltre, dispone che – nelle graduatorie del concorso per Direttore dei servizi generali e
amministrativi nelle scuole bandito nel 2018 – sono collocati tutti gli idonei non vincitori (e non più la quota prevista in precedenza nei limiti del 50%).

Chiamata diretta DSGA

Nell’incontro si discuterà anche della cd. chiamata diretta per DSGA, ossia del meccanismo di chiamata veloce sui posti di DSGA rimasti vacanti e disponibili nella singola regione dopo le operazioni di immissione in ruolo (derivanti dal concorso precedente), da destinare alle immissioni in ruolo dei soggetti inseriti nelle graduatorie del medesimo concorso che presentino istanza per i posti residuati in una o più regioni.

 

Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it