Concorso da 70 specialisti tecnici AVEPA 2019: pubblicato il bando In Gazzetta Ufficiale il bando di concorso per specialisti tecnici agroforestali

 

Con la Gazzetta Ufficiale n. 61 del 2 agosto è stato pubblicato dall’AVEPA un bando di concorso per 70 posti di specialista tecnico ad indirizzo agroforestale, categoria giuridica D, posizione economica D1. L’AVEPA (Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura) è un ente strumentale istituito dalla Regione del Veneto per svolgere le funzioni di organismo pagatore regionale (OPR) degli aiuti, dei premi e dei contributi nel settore agricolo. Si tratta di un ente di diritto pubblico dotato di autonomia amministrativa, organizzativa, contabile e patrimoniale nei limiti previsti dalla legge istitutiva. Sul sito AVEPA è presente una pagina che permette di scaricare la documentazione necessaria per partecipare al concorso, il bando e le istruzioni di compilazione della domanda. Il bando di concorso 2019 pubblicato in Gazzetta Ufficiale apre la strada a specialisti agroforestali che verranno collocati presso una delle sedi dell’AVEPA situate nelle province di Verona, Treviso, Padova, Venezia, Belluno, Vicenza, Rovigo e/o della Regione del Veneto.  

 

Concorso Specialisti AVEPA 2019: requisiti

Per partecipare al concorso AVEPA è necessario:

  • un diploma di laurea in Scienze Agrarie, Scienze e Tecnologie Agrarie, Scienze forestali, Scienze forestali e ambientali, Scienze della produzione animale, Scienze Ambientali, Scienze naturali; oppure
  • una laurea specialistica appartenente alle classi 68/S, 74/S, 77/S, 79/S e 82/S oppure laurea triennale appartenente alle classi 16, 20, 27 e 40; oppure
  • una laurea magistrale appartenente alle classi LM60, LM69, LM73, LM75 e LM86 oppure laurea di 1^ livello appartenente alle classi L25, L26, L32, L34 e L38

 

È necessaria inoltre, la patente di guida di tipo B. Le domande potranno essere presentate tramite il portale avepa.it/bandi-concorso.

 

Concorso Specialisti AVEPA 2019: le prove

Nel caso in cui il numero delle domande di partecipazione al concorso sia superiore a 200, si procederà alla prova preselettiva che consisterà nella risoluzione in un tempo predeterminato di appositi quiz a risposta multipla vertenti sulle materie previste per le prove scritta, pratica e orale che esamineremo di seguito.

La prima prova scritta consisterà in una serie di quesiti a risposta sintetica e/o in un elaborato e verterà sulle seguenti materie:

  • Normativa comunitaria in materia di Politica Agricola Comune (PAC), Sviluppo Rurale, Organizzazioni Comuni di Mercato (OCM);
  • Normativa comunitaria e nazionale sugli Organismi Pagatori;
  • Ordinamento dell’Organismo pagatore della Regione Veneto;
  • Cenni sulla normativa comunitaria sugli aiuti di stato, in particolare nei settori agricolo e forestale;
  • Elementi di diritto amministrativo, con particolare riferimento al provvedimento amministrativo, al diritto di accesso ed alla tutela della privacy;
  • Nozioni sulle istituzioni pubbliche comunitarie, statali e regionali, con particolare riferimento all’ambito agricolo;
  • Elementi di Sistemi territoriali (GIS)

 

La seconda prova scritta consisterà in un elaborato a contenuto teorico – pratico e verterà sulle materie della prima prova scritta. Infine, l’orale verterà sulle materie della prova scritta e della prova pratica ed inoltre su:

  • Elementi di Coltivazioni arboree ed erbacee;
  • Elementi di Zootecnia;
  • Elementi di Estimo;
  • Cenni sul rapporto di lavoro nella Pubblica Amministrazione;
  • Diritto penale con riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione.
 

Ricevi tutti gli aggiornamenti su questo articolo


Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it