Concorso 105 Assistenti – Banca d’Italia

 

Condividi

La Banca d’Italia ha bandito un concorso per 105 assistenti e vice assistenti per diplomati e laureati in diversi settori: da quello giuridico a quello amministrativo.

Titolo di studio

Diploma Scuola Superiore

Area geografica Nazionale

Provincia

Gazzetta Ufficiale del 06/03/2020 n. 19

Termine di presentazione della domanda 18/06/2020

Date e sedi di esame

Considerata la proroga al 15 giugno p.v. dell’ultima sessione di laurea dell’anno accademico 2018/2019 (cfr. art. 101, co.1, del decreto legge n. 18 del 17 marzo 2020), al fine di consentire la partecipazione al concorso in oggetto anche di coloro che avrebbero potuto laurearsi entro il 7 aprile u.s., la scadenza del termine per la presentazione della domanda viene posticipata al 18 giugno p.v.
Tenuto conto dell’unicità del bando, il rinvio della scadenza riguarda tutte le procedure concorsuali (cfr. art. 1 del bando, lettere A, B, C, D ed E) e, conseguentemente, per tutti i concorsi i requisiti di cui ai punti 1 e 2 dell’art. 1 del bando devono essere posseduti alla nuova data di scadenza per la presentazione delle domande (18 giugno).
Ai fini della preselezione per titoli, restano invariate le classi di punteggio previste dal bando. I risultati conseguiti nelle preselezioni verranno resi disponibili entro il 15 luglio 2020.

Numero di posti a concorso

La Banca d’Italia indice i seguenti concorsi pubblici destinati a laureati triennali e diplomati per l’assunzione a tempo indeterminato di:

A – 10 Assistenti (profilo amministrativo) con orientamento nelle discipline economiche;
B – 10 Assistenti (profilo amministrativo) con orientamento nelle discipline giuridiche;
C – 20 Assistenti (profilo amministrativo) con orientamento nelle discipline statistiche;
D – 25 Assistenti (profilo tecnico) con orientamento nel campo dell’ICT1;
E – 40 Vice assistenti (profilo amministrativo).

Bando di concorso

Prove:

Preselezione per titoli

Per i concorsi di cui alle lettere A, B, C e D
Nel caso in cui le domande di partecipazione a ciascun concorso siano più di 1.500, la Banca d’Italia procederà a una preselezione per titoli delle candidature per individuare 1.500 candidati da ammettere alla relativa prova scritta (cfr. successivo art. 5). A tal fine, la Banca d’Italia provvederà alla formazione di graduatorie preliminari redatte sommando i punteggi attribuiti ai titoli indicati nel bando di concorso, che devono essere posseduti alla data di scadenza stabilita per la presentazione delle domande (7 aprile 2020).

Per il concorso di cui alla lettera E
Nel caso in cui le domande di partecipazione al concorso siano più di 5.000, la Banca d’Italia procederà a una preselezione per titoli delle candidature per individuare 5.000 candidati da ammettere alla prova scritta. A tal fine, la Banca d’Italia provvederà alla formazione di una graduatoria preliminare redatta sommando i punteggi attribuiti ai titoli indicati nel bando di concorso, che devono essere posseduti alla data di scadenza stabilita per la presentazione delle domande (7 aprile 2020).

Le prove consistono in una prova scritta e in una prova orale sulle materie indicate nei programmi allegati al bando di concorso e si svolgono a Roma.

Per i concorsi di cui alle lettere A, B, C e D
La prova scritta prevede lo svolgimento di tre quesiti a risposta sintetica sulle materie indicate nei programmi d’esame e di un breve elaborato in lingua inglese su argomenti di attualità sociale ed economica.
I quesiti, che possono anche avere per oggetto l’esame di un caso pratico, devono essere scelti dal candidato tra quelli proposti dalla Commissione secondo quanto specificamente indicato in ciascun programma. La durata complessiva della prova scritta verrà stabilita dalla Commissione fino a un massimo di quattro ore.
Nella valutazione dei quesiti la Commissione verifica: le conoscenze tecniche (applicazione delle conoscenze generali al caso specifico); la capacità di sintesi; l’attinenza alla traccia (pertinenza, completezza); la chiarezza espressiva (proprietà linguistica, correttezza espositiva); la capacità di argomentare (sviluppo critico delle questioni, qualità delle considerazioni/soluzioni proposte). Nella valutazione dell’elaborato in lingua inglese la Commissione verifica il livello di conoscenza dell’inglese in relazione a un suo utilizzo come strumento di lavoro.
Per lo svolgimento della prova scritta è consentito l’uso di calcolatrici elettroniche non programmabili e di tavole statistiche; è inoltre consentita la consultazione di testi normativi non commentati né annotati, esclusivamente in forma cartacea. Non è consentita la consultazione di manuali, appunti di ogni genere, nonché di dizionari di lingua italiana e inglese. Il giorno della prova la Commissione potrà indicare eventuale ulteriore materiale non consentito in relazione ai contenuti dei quesiti.

 

Per il concorso di cui alla lettera E
La prova scritta consiste in un test di 100 domande a risposta multipla sulle materie indicate nel programma allegato. Il test è articolato in due sezioni:

  1. la prima sezione è finalizzata ad accertare le conoscenze nelle materie indicate nel programma e si compone di 60 domande con un punteggio massimo conseguibile di 35 punti;
  2. la seconda sezione è finalizzata ad accertare la conoscenza della lingua inglese e si compone di 40 domande con un punteggio massimo conseguibile di 15 punti.

La durata complessiva della prova è di 100 minuti.

La prova orale consiste in un colloquio sulle materie indicate nei programmi e in una conversazione in lingua inglese; possono formare oggetto di colloquio le esperienze formative e professionali eventualmente maturate.
Il colloquio, nel quale potranno essere discussi con il candidato anche casi pratici, tende ad accertare: le conoscenze tecniche; la capacità espositiva; la capacità di cogliere le interrelazioni tra gli argomenti; la capacità di giudizio critico. La conversazione in lingua inglese è volta a verificarne il livello di conoscenza in relazione a un utilizzo dell’inglese come strumento di lavoro.

per la preparazione

 

Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it