800 assunzioni per la PA: ben 740 nell’Agenzia delle Entrate Firmato il decreto per lo sblocco delle assunzioni nella PA: spazio ai controllori delle Entrate, tutte le assunzioni nella PA centrale. Ecco i dettagli.

 

Condividi

1 min di lettura

800 nuovi posti nella Pubblica Amministrazione.

Con il decreto firmato poche ore fa dai Ministri Madia e Padoan, viene sbloccato il processo di assunzione presso l’amministrazione centrale di ben 800 unità di personale, che verranno assunte a tempo indeterminato.

Agenzia delle entrate: 740 assunzioni

Sono ben 740 i posti disponibili e sbloccati presso l’Agenzia delle entrate. Si tratta della quasi totalità dei posti a disposizione, il 92%. Le posizioni aperte non sono solo di funzionario, ma anche di dirigente.

Le assunzioni avverranno a valere sui bilanci dello Stato degli anni precedenti.

In alcuni casi le risorse si faranno risalire al 2014. Le amministrazioni avranno tempo sino al 30 aprile per definire le coperture finanziarie (ben 41milioni di euro), di conseguenza prevedibilmente sino a quella data non saranno previsti cambiamenti di sorta.

Assunzioni PA: nuovo concorso?

Chi sperava che l’assunzione venisse effettuata attraverso un nuovo concorso purtroppo resterà deluso, lo sblocco riguarda difatti graduatorie di concorsi precedenti per le quali non erano state ancora effettuate le immissioni in ruolo. Per il momento dunque si attingerà quindi alle liste dei idonei, tuttavia, esauriti gli elenchi, si potrà anche procedere a nuovi bandi.

Quali posizioni sono aperte nella PA?

Di seguito le posizioni aperte nella PA centrale:

  • dirigenti per il ministero degli Interni;
  • 32 viceprefetti aggiunti;
  • 5 per funzionari per il Consiglio di Stato;
  • 22 funzionari per la Corte dei Conti;
  • 711 funzionari dell’Agenzia delle entrate;
  • 29 dirigenti dell’Agenzia delle entrate.
 

    Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


    Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it