Concorso 15 Esperti Discipline Giuridiche – IVASS – Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni

 

Condividi

del 29/01/2019 n. 8
Scadenza Domanda07/03/2019Numero posti15
Area geograficaNazionaleProvincia

Stato del Concorso Termini aperti per presentare la domanda

Area geografica Nazionale

Provincia

del 29/01/2019 n. 8

Termine di presentazione della domanda 07/03/2019

Prove

Prova scritta

La prova scritta prevede lo svolgimento di tre elaborati in forma sintetica e di un elaborato in lingua inglese su temi di attualità sociale ed economica. La durata complessiva della prova verrà stabilita dalla Commissione fino a un massimo di cinque ore.

I tre elaborati sono valutati fino a un punteggio massimo complessivo di 45 punti, attribuendo a ognuno fino a un massimo di 15 punti.

La prova scritta è superata da coloro che abbiano ottenuto un punteggio di almeno 9 punti in ciascuno dei tre elaborati. Vengono valutate esclusivamente le prove dei candidati che abbiano svolto tutti e tre gli elaborati nelle materie di cui al programma d’esame.

La prova in lingua inglese è corretta solo per i candidati che abbiano superato la prova scritta nelle materie del programma d’esame ed è valutata fino ad un massimo di 5 punti.

Nella valutazione degli elaborati la Commissione verifica: le conoscenze tecniche; la capacità di sintesi; l’attinenza alla traccia; la chiarezza espressiva; la capacità di argomentare. La prova scritta di lingua inglese è volta ad accertare il livello di conoscenza della lingua da parte del candidato in relazione ad un utilizzo della stessa come strumento di lavoro.

Durante lo svolgimento della prova è consentita la consultazione unicamente di testi di normativa primaria e dell’Unione Europea non commentati né annotati, esclusivamente in forma cartacea. Non sono inoltre consentiti manuali o appunti di alcun genere né il dizionario di lingua inglese. La Commissione potrà indicare eventuale ulteriore materiale non consentito.

Prova orale

La prova orale consiste in un colloquio sulle materie oggetto della prova scritta e sul diritto processuale civile, secondo il programma di esame allegato, nonché in una conversazione in lingua inglese. Possono formare oggetto di colloquio l’argomento della tesi di laurea e le eventuali esperienze professionali maturate.

Il colloquio viene valutato con l’attribuzione di un punteggio massimo di 50 punti ed è superato dai candidati che conseguano una votazione di almeno 30 punti. 3. Il colloquio, nel quale potranno essere discussi con il candidato anche casi pratici, tende ad accertare: le conoscenze tecniche; la capacità espositiva; la capacità di cogliere le interrelazioni tra gli argomenti; la capacità di giudizio critico.

La conversazione in lingua inglese è volta a verificare il livello di conoscenza del candidato in relazione a un utilizzo della stessa come strumento di lavoro.

n

n

n

n

n

n

n

n

n

n

n

n

n

 

    Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni d'interesse


    Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it