• 07/03/2018
  • Concorso al Comune di Cava de’ Tirreni: 58 posti per diplomati e laureati

  • Dal diploma alla laurea (anche triennale) i titoli richiesti per le varie qualifiche. Domande entro il 3 aprile 2018.
  •  

    Il Comune di Cava de’ Tirreni bandisce un concorso per assegnare 58 posti di lavoro con contratto a tempo indeterminato ed a tempo parziale al 60%.

    I titoli richiesti vanno dal diploma alla laurea (anche triennale), a seconda del profilo professionale.

    Le domande di partecipazione devono pervenire al Comune di Cava de' Tirreni direttamente o a mezzo raccomandata A./R., o a mezzo PEC all’indirizzo: amministrazione@pec.comune.cavadetirreni.sa.it entro il 3 aprile 2018, seguendo le istruzioni indicate nel bando.

    Vediamo nello specifico quali sono le figure professionali richieste:

    Titolo di studio: diploma di scuola media superiore

    Prove d’esame: due prove scritte e una orale (oltre a una eventuale prova preselettiva basata su quesiti a risposta multipla o sintetica) sulle materie: Diritto Amministrativo; Diritto degli Enti locali; Disciplina del lavoro alle dipendenze delle Pubbliche Amministrazioni.

    Domanda di partecipazione entro il 3 aprile 2018

    Titolo di studio: diploma di scuola media superiore

    Prove d’esame: due prove scritte e una orale (oltre a una eventuale prova preselettiva basata su quesiti a risposta multipla o sintetica) sulle materie: Diritto Amministrativo; Diritto degli Enti locali; Disciplina del lavoro alle dipendenze delle Pubbliche Amministrazioni; Legislazioni in materia di funzioni di Polizia Locale; Testo Unico di Pubblica Sicurezza; Codice della Strada.

    Domanda di partecipazione entro il 3 aprile 2018

    Titolo di studio: laurea triennale o magistrale in Scienze dei servizi giuridici, Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione o Giurisprudenza

    Prove d’esame: due prove scritte e una orale (oltre a una eventuale prova preselettiva basata su quesiti a risposta multipla o sintetica) sulle materie: Diritto Amministrativo; Diritto degli Enti locali; Disciplina del lavoro alle dipendenze delle Pubbliche Amministrazioni; Diritto Costituzionale; Diritto dell’Unione Europea; Legislazione in materia di concessione e di appalti di lavori, servizi e fognature.

    Domanda di partecipazione entro il 3 aprile 2018

    Titolo di studio: laurea triennale o magistrale in Scienze dell’economia e della gestione aziendale, Scienze economiche o Economia e Commercio

    Prove d’esame: due prove scritte e una orale (oltre a una eventuale prova preselettiva basata su quesiti a risposta multipla o sintetica) sulle materie: Diritto Amministrativo, Diritto degli Enti locali, Contabilità pubblica; Contabilità degli Enti Locali; Tributi locali; Controllo di gestione; Gestione fondi vincolati; Progettazione, gestione e rendicontazione finanziamenti europei.

    Domanda di partecipazione entro il 3 aprile 2018

    Titolo di studio: laurea triennale o magistrale in Architettura e Ingegneria edile-architettura, Ingegneria civile, Ingegneria dei sistemi edilizi, Ingegneria della sicurezza, Ingegneria per l’ambiente e il territorio; abilitazione all’esercizio della professione di Ingegnere

    Prove d’esame: due prove scritte e una orale (oltre a una eventuale prova preselettiva basata su quesiti a risposta multipla o sintetica) sulle materie: Diritto Amministrativo; Ordinamento delle autonomie locali; Progettazione di opere civili, idrauliche e stradali; Tecniche delle costruzioni; Normativa sulla prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro e nei cantieri; Valutazione dei costi e contabilità dei Lavori Pubblici; Normativa sulla prevenzione degli incendi; Elementi di Legislazione in materia urbanistica ed edilizia; Legislazione in materia di capitolati e appalto di lavori.

    Domanda di partecipazione entro il 3 aprile 2018

    Titolo di studio: laurea triennale o magistrale in Lettere e Filosofia, Pedagogia, Psicologia, Sociologia, Scienze dell’educazione, Scienze delle comunicazioni, Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo, Scienza dell’Informazione, dell’Editoria e Giornalismo o titoli equipollenti

    Prove d’esame: due prove scritte e una orale (oltre a una eventuale prova preselettiva basata su quesiti a risposta multipla o sintetica) sulle materie: Nozioni di Diritto Amministrativo; Ordinamento delle Autonomie locali; Disciplina del Pubblico Impiego; Legislazione in materia di Beni Culturali; Legislazione in materia di concessioni ed appalti di forniture e servizi; Legislazione nazionale e regionale relativa alle competenze del Comune in materia di promozione culturale, turismo, pubblica istruzione, sport, politiche giovanili, gestione di musei, archivi e biblioteche; Legislazione in materia di informazione e comunicazione istituzionale; Marketing territoriale.

            Domanda di partecipazione entro il 3 aprile 2018

    Titolo di studio: laurea triennale o magistrale in informatica, Scienze dell’informazione, Ingegneria elettronica o informatica o titoli equipollenti

    Prove d’esame: due prove scritte e una orale (oltre a una eventuale prova preselettiva basata su quesiti a risposta multipla o sintetica) sulle materie: Reti locali e geografiche e la loro gestione, con particolare riferimento alle reti TCP/IP, ai servizi Internet e Intranet; Gestione hardware e software di sistemi di elaborazione e gestione della comunicazione dati; Conoscenza delle applicazioni informatiche più diffuse; Sistemi operativi Windows e Linux locali e in rete; Creazione e gestione Database relazionali; Sistemi di backup e storage; Sicurezza dei sistemi informatici e delie reti; Virus informatici e programmi antivirus; Progettazione e gestione dei sistemi informativi automatizzati della Pubblica Amministrazione (problematiche relative alla sicurezza e privacy, disaster recovery, accessibilità, e-government, documento informatico e firme elettroniche, protocollo informatico, posta elettronica); Elementi sull'Ordinamento degli Enti Locali; Elementi di Diritto amministrativo; Codice dell'Amministrazione digitale; Normativa in materia di privacy; Legislazione in tema di anticorruzione e trasparenza.

            Domanda di partecipazione entro il 3 aprile 2018

    Titolo di studio: laurea triennale o magistrale in Scienze e Tecnologie Agrarie, Scienze Forestali o Ambientali o titoli equipollenti

    Prove d’esame: due prove scritte e una orale (oltre a una eventuale prova preselettiva basata su quesiti a risposta multipla o sintetica) sulle materie: Norme di diritto amministrativo; Ordinamento delle autonomie locali; Norme generali in materia di Pubblico Impiego; Gestione delle alberature in ambito urbano; Lavori sul verde pubblico; Gestione de! verde pubblico in ambito territoriale; Normativa nazionale e regionale in materia di gestione e tutela delle essenze arboree e de! verde pubblico; Normativa nazionale e regionale in materia di paesaggio; Normativa comunitaria, nazionale e regionale in materia di tutela ambientale e di gestione dei rifiuti; Normativa in materia di difesa de! suolo, di dissesto idrogeologico e sistemazioni idraulico- forestali; Normativa in materia ambientale e in particolare disciplina delle aree protette; Normativa in materia di Usi Civici, Demanio Marittimo e Protezione Civile; Normativa in materia agro-zootecnica, vincolo idrogeologico, forestazione, botanica e assestamento forestale.

     

    Domanda di partecipazione entro il 3 aprile 2018

    Titolo di studio: laurea triennale o magistrale in Architettura, Architettura del Paesaggio, Architettura e Ingegneria edile-architettura, Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale o titoli equipollenti

    Prove d’esame: due prove scritte e una orale (oltre a una eventuale prova preselettiva basata su quesiti a risposta multipla o sintetica) sulle materie:

    Norme di diritto amministrativo; Ordinamento delle autonomie locali; Norme generali in materia di Pubblico Impiego; Legislazione in materia di concessione e di appalti di lavori, servizi e forniture; Legislazione in materia urbanistica ed edilizia; Codice dei beni culturali e del paesaggio; Codice dell'ambiente; Legislazione in materia di espropri.

     

    Domanda di partecipazione entro il 3 aprile 2018

     

    Per ulteriori informazioni, si può consultare il sito del Comune di Cava de’ Tirreni:

    http://www.cittadicava.it/

     
  •  
  • Fabiola Melone
     
  • Condividi sul tuo social
  •