• 06/12/2018
  • Concorso ASL Liguria 24 assistenti amministrativi

  • Il bando del concorso sulla G.U. n.96 del 4 dicembre. Per le domande c’è tempo fino al 3 gennaio 2019
  • Sulla Gazzetta Ufficiale n.96 del 4 dicembre l’ASL Liguria ha pubblicato un bando di concorso per 24 posti da Assistente Amministrativo di categoria C, a tempo indeterminato e pieno.
    Il concorso, già anticipato dalla deliberazione n. 601 del 23 luglio scorso, nasce dalla volontà del sistema sanitario ligure di assumere figure amministrative per snellire le pratiche e le procedure.
    Il sito internet dell’ASL Liguria ha dedicato a questo concorso una  sezione della pagina dedicata ai concorsi banditi dall'ente, in questa  stessa pagina è possibile trovare  e scaricare anche il relativo bando.
    La procedura selettiva, per cui si potrà presentare domanda entro il 3 gennaio 2019, si compone di una fase di esame ed una seconda fase di valutazione titoli in cui saranno presi in considerazioni curricula, titoli di studio e di servizio dei candidati.
    La partecipazione è aperta sia a diplomati che laureati e comprenderà una preparazione che andrà dal diritto sanitario a quello specificatamente amministrativo, con nozioni di diritto pubblico e ragioneria.

    Requisiti: chi può partecipare al Concoso ASL Liguria?

    Per partecipare alla selezione, oltre ai classici requisiti per partecipare ad un concorso pubblico,  è richiesto il diploma di scuola superiore; sono anche richieste conoscenze di base di inglese e informatiche anche se queste  non devono essere necessariamente certificate.
    E' necessario anche corrispondere il pagamento diritti di segreteria (10,00€) da versare all’atto della domanda tramite bollettino postale.  

    Le domande potranno essere compilate solo telematicamente attraverso il portale dedicato al concorso del sito internet dell’ASL.  Successivamente la domanda generata dal sistema dovrà pervenire all’amministrazione con una delle modalità previste dal bando.

     

    Le prove del Concoso ASL Liguria

    La selezione prevede lo svolgimento di tre  fasi più una eventuale.
    Nel caso in cui dovessero pervenire più di 1.500 domande l’amministrazione potrebbe indire una prova preselettiva che consisterà nella soluzione di quiz su diritto sanitario, diritto amministrativo, diritto costituzionale, diritto civile e diritto del lavoro.
    Passando adesso alle prove vere e proprie, una prima prova scritta consisterà nella soluzione di quesiti a risposta sintetica su uno o più dei seguenti argomenti:

    • elementi di diritto costituzionale;
    • diritto amministrativo;
    • diritto del lavoro in ambito sanitario pubblico;
    • diritto e organizzazione sanitaria;
    • nozioni di ragioneria pubblica;
    • applicazione delle regole di contabilità nelle Aziende Sanitarie Locali.

    È prevista poi una prova pratica che riguarderà la predisposizione di atti connessi alla qualificazione professionale richiesta ed in particolare in riferimento alle attività di competenza di un’azienda sanitaria locale.
    L’iter di selezione termina poi con una prova orale che verterà su uno o più argomenti indicati nella prova scritta. Inoltre, il colloquio verterà anche su elementi di informatica e sulla conoscenza, almeno a livello iniziale, della lingua inglese.

     

    Valutazione dei titoli

    La Commissione dispone, complessivamente, di 100 punti così ripartiti: 

    • 30 punti per i titoli; 
    • 70 punti per le prove d'esame.

     

    I punti per la valutazione dei titoli sono così ripartiti:

    • 2 per i titoli di carriera:
    • 2; 5 per i titoli accademici e di studio;
    • 5 per le pubblicazioni e titoli scientifici;
    • 8 punti per il curriculum formativo e professionale.
     
  •  
  • Alessio Caiaffa
     
  • Se avete suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivete a blog.simoneconcorsi@simone.it
  • Condividi sul tuo social
  •