• 04/06/2019
  • Condividi sul tuo social
  • Polizia di Stato: concorso per 1515 allievi agenti

  • Bando in Gazzetta Ufficiale per il maxi reclutamento di VFP
  • Il Ministero dell'Interno ha indetto un concorso pubblico per il reclutamento di millecinquecentoquindici allievi agenti della Polizia di Stato, riservato ai volontari in ferma prefissata di un anno o quadriennale, ovvero in rafferma annuale. Il bando è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 44 del 4 giugno 2019 e prevede un reclutamento imponente per intervenire sulle (già più volte accennate) carenze di organico presenti nell'amministrazione delle forze armate.  

    Il concorso è riservato riservato ai cittadini italiani che,alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso, si trovino in una delle seguenti condizioni: 

    • volontario in ferma prefissata di un anno (VFP1) in servizio da almeno sei mesi continuativi o in rafferma annuale;
    • volontario in ferma prefissata di un anno (VFP1) collocato in congedo al termine della ferma annuale;
    • volontario in ferma quadriennale (VFP4) in servizio o in congedo.

    Concorso Polizia 2019: requisiti per partecipare

    Per partecipare al nuovo concorso in Polizia di Stato è necessario rispettare i requisiti richiesti dall'art. 4 del bando di concorso. In particolare si richiede il diploma di scuola secondaria di primo grado (ex licenza media) e come requisito anagrafico il non aver compiuto il ventiseiesimo anno di eta. La domanda per partecipare alla selezione può essere inviata entro e non oltre il 4 luglio tramite il portale online concorsionline.poliziadistato.it.

    Concorso Polizia 2019: le prove

    Il concorso previsto dal presente bando si svolgera' in base alle seguenti fasi:

    • prova scritta d'esame;
    • accertamento dell'efficienza fisica;
    • accertamenti psico-fisici,;
    • accertamenti attitudinali
    • valutazione dei titoli.

     

    In particolare la  prova  scritta  d'esame   consisterà   nel   compilare   un questionario, articolato in domande con risposta a  scelta  multipla che verterà su argomenti di cultura generale, sulle  materie previste dai vigenti programmi  della  scuola  secondaria  di primo  grado,  sull'accertamento  di  un   sufficiente   livello   di conoscenza della lingua  inglese,  nonche'  delle  apparecchiature  e delle applicazioni  informatiche  piu'  diffuse,  in  linea  con  gli standard europei. 

    Superata la prova scritta di esame e le prove di efficienza fisica e, successivamente,  quelle di accertamento pisco-fisico i candidati sarsanno sottoposti ad accertamenti attitudinali diretti ad accertare l'idoneità allo svolgimento dei compiti  connessi  con l'attività  propria  del  ruolo  e  della  qualifica  da  rivestire.

     
  •  
  • Alessio Caiaffa
     
  • Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it
  • Condividi sul tuo social
  •