• 08/11/2017
  • Concorso Agenzia delle Entrate 2017/2018: come prepararsi alle prove

  • Concorso Agenzia delle Entrate in arrivo, cosa studiare?
  • Il piano assunzioni su cui è al lavoro l’Agenzia delle Entrate si preannuncia piuttosto imponente prevedendo numerosi posti per funzionari amministrativo-tributari. È ancora incerto il numero specifico delle risorse da assumere anche se l’ultimo D.P.C.M. del 10 ottobre scorso parla di 212 posti da ricoprire (ai quali vanno aggiunti ulteriori 465 posti autorizzati con decreto emanato a nel 2016). Il concorso dovrebbe essere bandito all’inizio del 2018.

    I titoli di studio richiesti

    Per partecipare al concorso sarà richiesto il titolo di laurea triennale o specialistica in giurisprudenza, scienze politiche, economia e commercio.

    Le prove del concorso

    Il concorso per Agenzia delle Entrate che si prevede in arrivo, sarà formato da due prove scritte, un tirocinio retribuito ed una prova orale. Le modalità di svolgimento potrebbero essere le medesime osservate nel concorso del 2015 per la ricerca di 892 funzionari.

    La prima prova scritta sarà oggettivo-attitudinale e verterà su test di logica che verranno somministrati ai candidati.

    Nella seconda prova scritta, di carattere oggettivo tecnico-professionale, chiamerà i candidati a rispondere a domande a quiz su diverse materie quali:

    ·         Diritto tributario

    ·         Diritto civile e commerciale

    ·         Diritto amministrativo

    ·         Elementi di diritto penale

    ·         Scienza delle finanze

    ·         Elementi di statistica

    ·         Contabilità aziendale

    ·         Organizzazione e gestione aziendale

    Queste furono le materie oggetto di studio nel concorso del 2015 che nel prossimo bando potrebbero subire variazioni.

    Tirocinio e prova orale

    Finalizzato all’accertamento delle competenze dirette del candidato, il tirocinio retribuito di 6 mesi viene introdotto dall’Agenzia delle Entrate quale penultimo step prima della prova orale cui accederanno coloro che conseguiranno un esito positivo al tirocinio. Infine, la prova orale, verte essenzialmente sul diritto tributario, la contabilità aziendale, il diritto civile ed il diritto commerciale, in aggiunta all’informatica ed alla conoscenza della lingua a scelta.  

    Come iniziare a prepararsi?

    La vasta entità del programma imporrebbe di iniziare a prepararsi sulle prove oggetto di studio approfondito quali il diritto tributario, diritto amministrativo, civile e commerciale.

    Tuttavia, la prima prova da superare sarà la prova contenente quiz di logica, ragion per cui potrebbe essere molto utile indirizzare lo studio in questa direzione con volumi appositi oltre che esercitarsi con i quiz degli anni precedenti.

     
  •  
  • Alessio Caiaffa
     
  • Condividi sul tuo social

Volumi Collegati