• 07/01/2019
  • Condividi sul tuo social
  • Concorso Regione Campania da 10 mila posti: si farà e partirà a marzo

  • Importanti dettagli sull’atteso corso-concorso nella Regione Campania che ci sarà nonostante il blocco del turnover
  • L’attesissimo corso-concorso della Regione Campania è ormai alle porte. Il “Piano Lavoro”, che partirà a marzo e che si è reso necessario per potenziare le strutture e la capacità della Pubblica Amministrazione locale, per migliorare i servizi offerti ai cittadini nonché aumentare le opportunità di sviluppo del territorio, mirerà ad assumere ben 10.000 giovani.
    Stando alle ultime dichiarazione del Presidente della Regione, Vincenzo de Luca, il corso-concorso gestito dal Formez dovrebbe partire tra marzo e aprile, con annessa pubblicazione del bando definitivo, e consentirà di introdurre le figure assunte per riqualificare gran parte del territorio campano.
    Ricordiamo che le risorse ricercate saranno diverse: si mira ad assumere
    personale di categoria D e C (quindi sia diplomati che laureati) da impiegare presso la Regione e presso gli Enti locali campani.

    Incessanti sono stati i dubbi da parte dei candidati, soprattutto a seguito dell’annunciato blocco dei concorsi e delle assunzioni fino a novembre 2019. Fortunatamente però, le procedure abbracceranno più mesi dell’anno e consentiranno l’assunzione solo successivamente.
    La procedura, pertanto, non sarà toccata dall’atteso blocco del turnover.

    Corso-concorso da 10 mila posti: le prove

    Il concorso prevede lo svolgimento di diverse fasi: in primo luogo si terrà una prova preselettiva che verterà su quiz di logica (verbale, numerica e abilità visiva).

    Essa sarà seguita da due prove scritte ed una prova orale, tutte differenti a seconda del profilo scelto dai candidati. La prima prova scritta seguirà le modalità previste dalla prova preselettiva, anche se verterà su contenuti completamente diversi: in questo caso saranno verificate le competenze e le conoscenze tecniche attinenti al profilo per cui si concorre (come diritto amministrativo, diritto civile, diritto costituzionale). La seconda prova scritta si svolgerà, presumibilmente sulle stesse discipline della prima, con quesiti a risposta sintetica.

    La prova orale potrà essere sostenuta solo dopo aver concluso un percorso formativo e di tirocinio della durata di 10 mesi, la cui partecipazione garantirà l’assegnazione di una borsa di studio di circa 1.000,00€ mensili.  Si prevede che le prove si terranno tra maggio e giugno.

    Corso-Concorso Campania: la risposta degli enti

    Complessivamente, hanno aderito al bando ben 273 enti: 263 Comuni (su 550 totali), 5 Comunità montane, 2 Corti d’Appello, la Provincia di Benevento, il Consorzio Asi di Salerno e l’Agenzia regionale per il Turismo.
    Una grande assenza è il Comune di Napoli che non ha presentato la propria candidatura per le future assunzioni.

    Proprio durante il mese di gennaio, ciascun ente aderente comunicherà al Formez il proprio fabbisogno di personale per avviare le procedure che apriranno l’iter del corso-concorso.  


     
  •  
  • Alessio Caiaffa
     
  • Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it
  • Condividi sul tuo social
  •