• 24/07/2017
  • 23 Infermieri presso l’ASST Fatebenefratelli Sacco di Milano

  • Scadenza domande: 21 agosto 2017
  •  
    Sulla G.U. IV Serie Speciale - Concorsi ed Esami n. 55 del 21 luglio 2017 è stato pubblicato il bando del concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di 23 posti a tempo pieno e indeterminato di Collaboratore professionale sanitario - Infermiere, categoria D, presso l’ASST (Azienda Socio-Sanitaria Territoriale) Fatebenefratelli Sacco di Milano, con la precisazione che 11 dei posti disponibili sono riservati al personale con contratto di lavoro a tempo determinato, ai sensi dell’art. 2, c. 2, del D.P.C.M. 6 marzo 2015.
     
     
    Il 21 agosto 2017 (ore 16.00) è il temine ultimo per poter presentare la domanda di ammissione, la quale dovrà essere prodotta esclusivamente tramite procedura telematica, secondo le indicazioni fornite nel bando.
    Per partecipare al concorso bisogna inoltre effettuare obbligatoriamente la registrazione online nel sito aziendale https://asst-fbf-sacco.iscrizioneconcorsi.it/, per poi procedere all’iscrizione al concorso vera e propria.
    L’utilizzo di modalità diverse di iscrizione comporterà automaticamente l’esclusione del candidato dalle procedure concorsuali.
     
    Questi i requisiti generali di ammissione:
     
    • cittadinanza italiana o di uno dei Paesi UE (l’accesso all’impiego è esteso, altresì, ai cittadini degli Stati membri dell’UE ed ai loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente in possesso dei requisiti per essi specificati nel bando);
    • incondizionata idoneità fisica all’impiego e alla mansione specifica da ricoprire. L’accertamento sarà effettuato dall’ASST con l’osservanza delle norme in tema di categorie protette prima dell’immissione in servizio;
    • godimento dei diritti politici.
     
    Questi, invece, i requisiti specifici:
     
    • diploma universitario di Infermiere di cui al Decreto del Ministro della Sanità 14 settembre 1994, n. 739, o titoli equipollenti di cui alla sezione B dell’art. 1 del Decreto del Ministro della Sanità in data 27 luglio 2000, ovvero corrispondente laurea triennale (tale titolo di studio, se conseguito all’estero, sarà considerato utile, purché riconosciuto equipollente a uno dei titoli di studio italiani);
    • iscrizione all’Albo professionale. L’iscrizione al corrispondente Albo professionale di uno dei Paesi dell’UE o Paese non comunitario consente la partecipazione al concorso, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’Albo in Italia prima dell’assunzione in servizio.
     
    La partecipazione al concorso non è soggetta a limiti di età, fatto salvo il limite previsto per il collocamento a riposo d’ufficio.
     
    Non possono accedere alla procedura concorsuale:
     
    • i soggetti già lavoratori privati o pubblici collocati in quiescenza;
    • coloro che risultino esclusi dall’elettorato politico attivo, nonché coloro che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una PA, ovvero licenziati per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità insanabile;
    • coloro che abbiano subìto condanne penali per reati contro la PA.
     
    È richiesto il pagamento di una tassa concorsuale di € 10,00 non rimborsabili, quale contributo di partecipazione alle spese per l’espletamento del concorso, da versare secondo le modalità specificate nel bando.
     
    Nel caso in cui le domande di partecipazione dovessero essere più di 2.700, l'ASST, al solo scopo di formare un elenco di idonei da ammettere alla prova scritta, provvederà ad effettuare una prova preselettiva, consistente nella risoluzione di quesiti a risposta multipla sui seguenti argomenti: storia, geografia, logica, lingua italiana, letteratura, biologia, fisica, chimica.
    Il calendario della prova preselettiva (dalla quale saranno comunque esonerati i concorrenti con invalidità uguale o superiore all’80%, previa dichiarazione nella domanda e presentazione di certificazione medica online) sarà reso noto mediante apposito avviso pubblicato almeno 15 giorni prima dell’espletamento della prova stessa sul sito istituzionale dell’ASST.
     
    Le prove d’esame vere e proprie saranno poi le seguenti:
     
    • prova scritta, consistente nello svolgimento di un tema su argomenti attinenti al profilo messo a concorso o nella soluzione di quesiti a risposta multipla sui medesimi argomenti;
    • prova pratica, consistente nell’esecuzione di tecniche specifiche o nella predisposizione di atti connessi alla qualificazione professionale richiesta (a tal fine la commissione esaminatrice potrà prevedere la soluzione di quesiti tecnico/pratici, a risposta sintetica o multipla);
    • prova orale, consistente in un colloquio sulla materie oggetto del concorso, nonché nell’accertamento della conoscenza di elementi d’informatica e di una lingua straniera a scelta tra Inglese o Francese a livello iniziale (da specificare nella domanda di partecipazione).
     
    Il superamento della prova scritta è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 21/30, mentre il superamento delle prove pratica e orale è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 14/20.
    Ai candidati sarà data comunicazione del luogo e delle date di svolgimento delle prove d’esame (scritta, pratica, orale) almeno 15 giorni prima, tramite il sito istituzionale dell’ASST.
     
    Per la valutazione dei candidati la commissione esaminatrice potrà disporre complessivamente di 100 punti, così ripartiti:
     
    • 30 punti per i titoli (di cui 10 per i titoli di carriera, 3 per titoli accademici e di studio, 3 per pubblicazioni e titoli scientifici, 14 per il curriculum formativo e professionale);
    • 70 punti per le prove d’esame (di cui 30 per la prova scritta, 20 per la prova pratica, 20 per la prova orale).
     
    Per i candidati dichiarati vincitori, la conferma all’impiego stabile è subordinata al superamento, con esito positivo, di un periodo di prova di 6 mesi, come stabilito dalle norme vigenti in materia. L’ASST si riserva, quale facoltà insindacabile, l’individuazione della sede di assegnazione dei candidati vincitori del concorso, senza che nessun concorrente possa vantare alcun diritto. Il candidato nominato dovrà permanere nella sede di prima destinazione per un periodo non inferiore a 5 anni.
     
    Per ulteriori chiarimenti gli aspiranti potranno rivolgersi alla S.S. Formazione e Concorsi - tel. 02-6363.2149/2802 oppure 02-3904.2603 dell’ASST Fatebenefratelli Sacco, dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 15.30 di tutti i giorni feriali, escluso il sabato.
     
     
     
    Per ottimizzare la preparazione alle prove d’esame si consigliano i seguenti volumi:
     
     
     
     
    Per ottimizzare la preparazione alla prova preselettiva si consigliano, invece, i seguenti volumi:
     
     
     
  •  
  • Nunzio Silvestro
     
  • Condividi sul tuo social