• Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca
  • G.U. n. 102 del 28/12/2018
  • Concorso 2004 posti DSGA

  • -
  • Titolo di studio: Laurea
  • Scadenza domanda: 28/01/2019
  • Date e sedi d'esame
    La prova preselettiva si svolgerà l'11, il 12 e il 13 giugno 2019, come pubblicato sulla G.U. del 15 marzo 2019. 

    Almeno venti giorni prima rispetto alle date su indicate, sul sito internet del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca (www.miur.gov.it), sarà pubblicata la banca dati di 4000 quesiti da cui verranno estrapolati i quesiti oggetto della prova preselettiva. 

    L'elenco delle sedi con la loro esatta ubicazione, l'indicazione della destinazione dei candidati distribuiti sulla base della regione per la quale hanno presentato la domanda di partecipazione, nonché l'ora di svolgimento della prova preselettiva e le ulteriori istruzioni operative, saranno comunicate almeno quindici giorni prima della data di svolgimento della prova tramite avviso pubblicato sul sito internet del Ministero (www.miur.gov.it) e degli USR competenti. 
     
    Di ogni altra comunicazione relativa alla procedura concorsuale, nonché di una eventuale modifica delle suddette date, verrà dato avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» - n. 42 del 28 maggio 2019. 
  • Posti a concorso

    - Abruzzo: Posti 13, riservati 4;       
    - Basilicata: Posti 11, riservati 3;       
    - Calabria: Posti 33, riservati 10;
    - Campania: Posti 160, riservati 48       
    - Emilia-Romagna: Posti 209, riservati 63;       
    - Friuli-Venezia Giulia lingua italiana: Posti 64, riservati 19;       
    - Friuli-Venezia Giulia lingua slovena: Posti 10, riservati 3;       
    - Lazio: Posti 162, riservati 49;       
    - Liguria: Posti 53, riservati 16;       
    - Lombardia: Posti 451, riservati 135;     
    - Marche: Posti 49, riservati 15;       
    - Molise: Posti 3, riservati 1;       
    - Piemonte: Posti 221, riservati 66;       
    - Puglia: Posti 29, riservati 9;       
    - Sardegna: Posti 45, riservati 13;       
    - Sicilia: Posti 75, riservati 23;       
    - Toscana: Posti 171, riservati 51;       
    - Umbria: Posti 45, riservati 13;       
    - Veneto: Posti 200, riservati 60.

         

    • Prova preselettiva
    • Nel caso in cui le domande pervenute a livello regionale siano superiori di almeno 4 volte il numero dei posti banditi per la singola regione è prevista una prova di preselezione.

      La prova preselettiva, computer-based e unica per tutto il territorio, si svolge nelle sedi individuate dagli USR e consiste nella somministrazione di cento quesiti, vertenti sulle discipline previste per le prove scritte.

      Ciascun quesito consiste in una domanda seguita da quattro risposte, delle quali solo una è esatta; l'ordine dei cento quesiti somministrati è diversificato per ciascun candidato. Lo svolgimento della prova preselettiva è computerizzato; i candidati ammessi a sostenere la prova preselettiva hanno a disposizione una postazione informatica. La prova ha una durata massima di cento minuti, al termine dei quali il sistema interrompe la procedura e acquisisce definitivamente le risposte fornite dal candidato fino a quel momento. Fino all'acquisizione definitiva il candidato può correggere le risposte già date. La prova si può svolgere in più sessioni. 

    • Prove scritte
    • I candidati che hanno presentato istanza di partecipazione al concorso secondo le modalità, i termini e nel rispetto dei requisiti e che abbiano superato l'eventuale prova preselettiva, sono ammessi, con decreto del competente direttore dell'USR, da pubblicarsi nel sito internet del Miur e degli USR competenti, a sostenere le seguenti prove scritte: 

      a. una prova costituita da sei domande a risposta aperta, volta a verificare la preparazione dei candidati sugli argomenti di cui all'Allegato B del decreto ministeriale; 

      b. una prova teorico-pratica, consistente nella risoluzione di un caso concreto attraverso la redazione di un atto su un argomento di cui all'Allegato B del decreto ministeriale. 

      La prova scritta si svolge nella stessa data in ogni regione nelle sedi individuate dagli USR. 

      La durata di ciascuna delle prove è pari a centottanta minuti, fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi di cui all'art. 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104. 

      Nel corso delle prove scritte, ai candidati è fatto divieto di avvalersi di telefoni cellulari, palmari, calcolatrici, strumenti idonei alla memorizzazione di informazioni od alla trasmissione di dati, supporti cartacei, pubblicazioni e stampe di qualsiasi tipologia e genere, nonché di comunicare tra loro. In caso di violazione, la commissione esaminatrice delibera l'immediata esclusione dal concorso.

      I candidati possono utilizzare esclusivamente leggi, atti aventi forza di legge, fonti di rango secondario e Contratti collettivi nazionali del lavoro (ivi compresi codici o raccolte normative), purché non commentati o annotati con dottrina e giurisprudenza, i quali non dovranno riportare alcun tipo di appunto manoscritto. Non sono, pertanto, ammessi manuali, circolari ovvero note ministeriali di qualsiasi tipo.

      Programma d'esame per l'accesso al profilo professionale di DSGA
      Materie di esame:
      Diritto Costituzionale e Diritto Amministrativo con riferimento al diritto dell'Unione europea;
      Diritto civile;
      Contabilità pubblica con particolare riferimento alla gestione amministrativo contabile delle istituzioni scolastiche;
      Diritto del lavoro, con particolare riferimento al pubblico impiego contrattualizzato;
      Legislazione scolastica;
      Ordinamento e gestione amministrativa delle istituzioni scolastiche autonome e stato giuridico del personale scolastico;
      Diritto penale con particolare riguardo ai delitti contro la Pubblica Amministrazione.

    • Prova orale
    • I candidati che hanno superato le prove scritte, sono ammessi a sostenere la prova orale.

      La prova orale, volta a accertare la preparazione professionale del candidato, consiste in:

      a. un colloquio sulle materie d'esame di cui all'allegato B del bando di concorso, che accerta la preparazione professionale del candidato sulle medesime e sulla verifica della capacità di risolvere un caso riguardante la funzione di DSGA;

      b. una verifica della conoscenza degli strumenti informatici e delle tecnologie della comunicazione di più comune impiego;

      c. una verifica della conoscenza della lingua inglese attraverso la lettura e traduzione di un testo scelto dalla Commissione.

      La prova orale ha una durata massima complessiva di 30 minuti, fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi di cui all'articolo 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104.

  •  
     
  • Condividi sul tuo social

Volumi per il Concorso

articoli correlati

15/03/2019

Concorso Regione Campania - I profili richiesti e gli enti che hanno aderito al bando

La procedura concorsuale si articolerà in due fasi: preselettiva e selettiva con prove scritte

14/03/2019

Concorsi Pubblici: illegittimo il voto di laurea minimo per profili professionali particolari

Interessante pronuncia del TAR Lazio sul voto quale requisito del bando di concorso

13/03/2019

Maxi concorso alla Regione Campania: ad aprile il bando per 10.000 posti

Entro maggio saranno definiti luogo e data delle prove di selezione gestite dal Formez

07/03/2019

Diventare navigator: ecco come sarà la prova

Nuovi dettagli su modalità, materie e banca dati

05/03/2019

Concorso MiBAC: assunzioni per 3.500 unità in arrivo

Nuovi bandi di concorso in arrivo dal MiBAC