• Ministero dell’Economia e delle Finanze
  • G.U. n. 25 del 27/03/2018
  • Concorso a 230 Collaboratori Amministrativi MEF

  • -
  • Titolo di studio: Laurea
  • Scadenza domanda: 10/05/2018
  • Date e sedi d'esame

    Con avviso, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, 4ª serie speciale, Concorsi ed esami, del 5 giugno 2018 è reso noto il diario della eventuale prova preselettiva, comprensivo di giorno, ora e sede di svolgimento.

  • Avviso (G.U. n. 29 del 10 aprile 2018)

    Rettifica del concorso a 80 Posti con il profilo di collaboratore amministrativo con orientamento statistico ed economico quantitativo, da inquadrare nella Terza Area funzionale;

    Rettifica del concorso a 90 Posti di collaboratore amministrativo con orientamento economico aziendale e contabile, da inquadrare nella Terza Area funzionale;

    Rettifica del concorso a 60 Posti di collaboratore amministrativo con orientamento economico-finanziario, da inquadrare nella Terza Area funzionale.

    Per mero errore materiale, è stata omessa l'indicazione, tra i titoli di studio richiesti ai fini dell'ammissione al concorso, della laurea triennale: scienze dell'economia e della gestione aziendale (L-18);
    Ritenuto necessario procedere a una rettifica del bando di concorso nel senso sopra indicato e, per l'effetto, dover disporre la riapertura dei termini di presentazione delle domande di partecipazione.
    Pertanto, le domande di partecipazione dovranno essere presentate, con le modalità previste dal bando, entro la mezzanotte del trentesimo giorno, compresi i giorni festivi, decorrenti dal giorno successivo a quello di pubblicazione del presente avviso di rettifica nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - 4ª Serie speciale “Concorsi ed esami” (nuovo termine di presentazione domande: 10 maggio 2018).

    Si considerano comunque valide le domande già pervenute nei termini prefissati. 

    • (Codice concorso 01)
    • 80 Posti con il profilo di collaboratore amministrativo con orientamento statistico ed economico quantitativo, da inquadrare nella Terza Area funzionale.

      Prove preselettive
      Qualora il numero delle domande risulti pari o superiore a sei volte il numero dei posti messi a concorso, l’amministrazione effettuerà una prova preselettiva per determinare l’ammissione dei candidati alle successive prove scritte.
      La prova preselettiva, della durata di 80 minuti, da effettuarsi anche con l’ausilio di sistemi computerizzati, consisterà in n. 90 quesiti a risposta multipla, di cui n. 20 di logica e di comprensione del testo e n. 70 tesi a verificare la conoscenza della lingua inglese e delle seguenti materie: economia politica; scienza delle finanze; statistica, calcolo delle probabilità e demografia; econometria; elementi di diritto amministrativo e dell’UE.
      Ciascun quesito consiste in una domanda seguita da quattro risposte, delle quali solo una è esatta. Il punteggio conseguito nella prova preselettiva non concorre alla formazione del voto finale di merito e viene determinato con le seguenti modalità: attribuzione di 1 punto per ogni risposta esatta; sottrazione di 0,35 punti per ogni risposta errata o plurima; 0 punti per ogni risposta omessa.

      Prove scritte
      Le due prove scritte sono volte ad accertare la preparazione del candidato sia sotto il profilo teorico sia sotto quello applicativo-operativo e si svolgeranno in due diverse giornate.
      La prima prova scritta, della durata di sei ore, consiste nella redazione di uno o più elaborati ed ha il fine di verificare l’attitudine del candidato all’analisi e alla riflessione critica con riferimento alle materie indicate nel presente articolo.
      La seconda prova scritta, della durata di sei ore, ha contenuto teorico-pratico ed ha il fine di verificare l’attitudine del candidato all’analisi e alla soluzione di problematiche rientranti nella sfera di attività dello specifico profilo per il quale si concorre nonché la conoscenza della lingua inglese.
      Le due prove verteranno su argomenti individuati nelle materie di seguito elencate: statistica, calcolo delle probabilità e demografia; economia politica; politica economica; economia internazionale; contabilità di Stato e degli enti pubblici; econometria; scienza delle finanze; elementi di economia dei mercati e degli intermediari finanziari; elementi di diritto amministrativo e dell'UE; elementi di informatica e tecniche di programmazione.
      I candidati, durante le prove scritte, potranno consultare soltanto i dizionari di lingua italiana e di inglese monolingua nonché i testi di legge non commentati.

      Prova orale
      La prova orale verterà sulle materie previste dalle prove scritte, ivi inclusa la lingua inglese, nonché sulle seguenti materie:
      - ordinamento e attribuzioni del Ministero dell'economia e delle finanze; codice di comportamento del Ministero dell’economia e delle finanze; normativa in materia trasparenza e prevenzione della corruzione;
      - utilizzo del personal computer e dei software più diffusi da realizzarsi anche mediante una verifica pratica.

    • (Codice concorso 02)
    • 90 Posti di collaboratore amministrativo con orientamento economico aziendale e contabile, da inquadrare nella Terza Area funzionale.

      Prove preselettive
      Qualora il numero delle domande risulti pari o superiore a sei volte il numero dei posti messi a concorso, l’amministrazione effettuerà una prova preselettiva per determinare l’ammissione dei candidati alle successive prove scritte.
      La prova preselettiva, della durata di 80 minuti, da effettuarsi anche con l’ausilio di sistemi computerizzati, consisterà in n. 90 quesiti a risposta multipla, di cui n. 20 di logica e di comprensione del testo e n. 70 tesi a verificare la conoscenza della lingua inglese e delle seguenti materie: economia ed organizzazione aziendale; contabilità di Stato e degli enti pubblici; ragioneria generale ed applicata; diritto societario; elementi di diritto amministrativo e dell'UE.
      Ciascun quesito consiste in una domanda seguita da quattro risposte, delle quali solo una è esatta. Il punteggio conseguito nella prova preselettiva non concorre alla formazione del voto finale di merito e viene determinato con le seguenti modalità: attribuzione di 1 punto per ogni risposta esatta; sottrazione di 0,35 punti per ogni risposta errata o plurima; 0 punti per ogni risposta omessa.

      Prove scritte
      Le due prove scritte sono volte ad accertare la preparazione del candidato sia sotto il profilo teorico sia sotto quello applicativo-operativo e si svolgeranno in due diverse giornate.
      La prima prova scritta, della durata di sei ore, consiste nella redazione di uno o più elaborati ed ha il fine di verificare l’attitudine del candidato all’analisi e alla riflessione critica con riferimento alle materie indicate nel presente articolo.
      La seconda prova scritta, della durata di sei ore, ha contenuto teorico-pratico ed ha il fine di verificare l’attitudine del candidato all’analisi e alla soluzione di problematiche rientranti nella sfera di attività dello specifico profilo per il quale si concorre nonché la conoscenza della lingua inglese.
      Le due prove verteranno su argomenti individuati nelle materie di seguito elencate: economia ed organizzazione aziendale; contabilità di Stato e degli enti pubblici; ragioneria generale ed applicata (ivi incluse: contabilità economico patrimoniale con conoscenza degli standard contabili nazionali OIC e internazionali per il settore pubblico IPSAS/EPSAS; analisi di bilancio); diritto societario; economia della regolamentazione e della concorrenza; elementi di economia dei mercati finanziari e degli intermediari finanziari; politica economica; elementi di statistica; elementi di diritto amministrativo e dell'UE.
      I candidati, durante le prove scritte, potranno consultare soltanto i dizionari di lingua italiana e di inglese monolingua nonché i testi di legge non commentati.

      Prova orale
      La prova orale verterà sulle materie previste dalle prove scritte, ivi inclusa la lingua inglese, nonché sulle seguenti materie:
      - ordinamento e attribuzioni del Ministero dell'economia e delle finanze; codice di comportamento del Ministero dell’economia e delle finanze; normativa in materia trasparenza e prevenzione della corruzione;
      - utilizzo del personal computer e dei software più diffusi da realizzarsi anche mediante una verifica pratica.

    • (Codice concorso 03)
    • 60 Posti di collaboratore amministrativo con orientamento economico-finanziario, da inquadrare nella Terza Area funzionale.

      Prove preselettive
      Qualora il numero delle domande risulti pari o superiore a sei volte il numero dei posti messi a concorso, l’amministrazione effettuerà una prova preselettiva per determinare l’ammissione dei candidati alle successive prove scritte.
      La prova preselettiva, della durata di 80 minuti, da effettuarsi anche con l’ausilio di sistemi computerizzati, consisterà in n. 90 quesiti a risposta multipla, di cui n. 20 di logica e di comprensione del testo e n. 70 tesi a verificare la conoscenza della lingua inglese e delle seguenti materie: politica economica; economia internazionale; economia dei mercati e degli intermediari finanziari; diritto del mercato e degli strumenti finanziari; diritto dell’Unione europea.
      Ciascun quesito consiste in una domanda seguita da quattro risposte, delle quali solo una è esatta. Il punteggio conseguito nella prova preselettiva non concorre alla formazione del voto finale di merito e viene determinato con le seguenti modalità: attribuzione di 1 punto per ogni risposta esatta; sottrazione di 0,35 punti per ogni risposta errata o plurima; 0 punti per ogni risposta omessa.

      Prove scritte
      Le due prove scritte sono volte ad accertare la preparazione del candidato sia sotto il profilo teorico sia sotto quello applicativo-operativo e si svolgeranno in due diverse giornate.
      La prima prova scritta, della durata di sei ore, consiste nella redazione di uno o più elaborati ed ha il fine di verificare l’attitudine del candidato all’analisi e alla riflessione critica con riferimento alle materie indicate nel presente articolo.
      La seconda prova scritta, della durata di sei ore, ha contenuto teorico-pratico ed ha il fine di verificare l’attitudine del candidato all’analisi e alla soluzione di problematiche rientranti nella sfera di attività dello specifico profilo per il quale si concorre nonché la conoscenza della lingua inglese.
      Le due prove verteranno su argomenti individuati nelle materie di seguito elencate: economia politica; politica economica; economia internazionale; economia dei mercati e degli intermediari finanziari; economia della regolamentazione e della concorrenza; diritto commerciale; diritto dell’Unione europea; diritto internazionale dell’economia e delle organizzazioni internazionali; diritto del mercato e degli strumenti finanziari.
      I candidati, durante le prove scritte, potranno consultare soltanto i dizionari di lingua italiana e di inglese monolingua nonché i testi di legge non commentati.

      Prova orale
      La prova orale verterà sulle materie previste dalle prove scritte, ivi inclusa la lingua inglese, nonché sulle seguenti materie:
      - ordinamento e attribuzioni del Ministero dell'economia e delle finanze; codice di comportamento del Ministero dell’economia e delle finanze; normativa in materia trasparenza e prevenzione della corruzione;
      - utilizzo del personal computer e dei software più diffusi da realizzarsi anche mediante una verifica pratica.

  •  
     
  • Condividi sul tuo social

Volumi per il Concorso

articoli correlati

17/04/2018

Concorsi per funzionari Agenzia delle Entrate

626 i posti in totale tra funzionari tecnici e amministrativo-tributari

11/04/2018

Concorso MEF 230 collaboratori amministrativi. Rettifiche ai bandi

Aggiunta la laurea triennale in scienze dell'economia e della gestione aziendale